Libri e Fumetti

Arsenio Lupin. Ladro gentiluomo, recensione del romanzo della serie Netflix


Arsenio Lupin. Ladro gentiluomo
Genere
giallo
Formato
copertina rigida
Autore
Maurice Leblanc
Editore
Magazzini Salani

L’inarrestabile Lupin, come recitava la sigla della serie animata dedicata a uno dei ladri più famosi della storia della letteratura e dell’animazione. Un personaggio trasversale, che ha saputo ammaliare e coinvolgere migliaia di pubblici diversi, di generazione in generazione, tra anime, libri e cinema. Ma da dove trae origine questo ladro? Maurice Leblanc nel 1905, su invito dell’amico Pierre Lafitte, curatore della rivista “Je sais tout“, inizia a scrivere una serie di novelle con protagonista un ladro dotato di grande astuzia e intelligenza. La richiesta di Lafitte è quella di pubblicare dei racconti sul genere di un altro personaggio che stava spopolando all’epoca, Sherlock Holmes, ma questa volta doveva porsi in chiave criminale.

Nasce così Arsenio Lupin, e il guanto di sfida al personaggio di Sir Conan Doyle è ufficialmente lanciato. In occasione del lancio su Netflix, lo scorso gennaio, della serie divisa in cinque episodi con Omar Sy e dedicata proprio a questo un personaggio letterario, nonché ladro gentiluomo, Salani ha edito una nuova versione del romanzo di Leblanc, disponibile sugli scaffali delle librerie dallo scorso 18 febbraio. Questa versione non ripropone soltanto la storia di Lupin, ma comprende anche nuovi contenuti dedicati proprio al prodotto seriale lanciato sulla piattaforma streaming. Scopriamone di più nella nostra recensione di questa nuova versione, tutta da scoprire ed elegantemente rilegata con la stessa copertina originale della serie TV.

Foto generiche

Arsenio Lupin. Ladro gentiluomo, tra le strade di Parigi

La serie TV Lupin, rilasciata da Netflix l’8 gennaio di quest’anno, è già tra le più seguite di sempre della piattaforma. A partire proprio dal libro Arsenio Lupin – Ladro gentiluomo come ispirazione per vendicare il padre e la sua famiglia dall’ingiustizia subita, Assane (Omar Sy) escogita un piano brillante per trafugare un prezioso collier dal Louvre. Lo stesso libro è ora disponibile per tutti i fan grazie alla riproduzione fedele di questa edizione. Già un caso in Francia, al primo posto delle classifiche bestseller, l’uscita italiana è stata anticipata al 18 febbraio rispetto ai programmi iniziali in seguito al successo fin dai primi giorni del pre-ordine sugli store online e alla grande attenzione venutasi a creare intorno alla serie proprio durante le scorse settimane.

Foto generiche

Questa nuova edizione del libro prevede chiaramente la versione integrale della storia di Arsenio Lupin, l’imprendibile fuorilegge che ha messo a soqquadro i salotti di Francia, ma che incredibilmente è stato arrestato. Questo significa che ora la sua avventura è giunta al termine in maniera definitiva? Senza che questo sia uno spoiler, non è la versione possibile di questa storia, che è invece appena cominciata. Lupin, infatti, è dotato di inesauribili risorse, scaltrezza smisurata e fascino a volontà, tutte qualità necessarie per un vero maestro della truffa e del travestimento, che sa cambiare in un baleno nome, abito e indirizzo. Ogni suo furto è un capolavoro d’ingegno e abilità: ecco perché nessuna cassaforte può dirsi al sicuro dal più gentiluomo di tutti i ladri.

La storia rimane la stessa, chiaramente, ma non l’edizione: se abbiamo per le mani un grande classico della letteratura, ricco di humor e colpi di scena, questa volta le avventure della penna di Leblanc tornano in libreria in una pregiata edizione con un inserto fotografico a colori, dedicato ad alcune delle scene più significative ed emozionanti tratte dalla serie TV di Netflix.

Come abbiamo anticipato infatti, il ladro più famoso dell’immaginario collettivo ha già popolato ampiamente diversi settori del mondo dell’intrattenimento, e non ci si poteva esimere dall’approfittarne di un’occasione così golosa per focalizzare nuovamente l’attenzione su questo personaggio.

Un’operazione di (affascinante) marketing

Dopo il successo in libreria con La Casa di Carta – L’enigma del Professore infatti, Magazzini Salani decide di rilanciare con questa nuova pubblicazione dedicata a un prodotto seriale, distribuendo in Italia il romanzo di Maurice Leblanc in una nuova speciale edizione tie-in. Il testo originale di Maurice Leblanc, in versione integrale, è accompagnato da un inserto a colori di 8 pagine con alcune immagini del set della serie.

Foto generiche

Una chiara operazione di marketing, non vi è alcun dubbio, ma che è radicata sulla capacità della storia di continuare a rifulgere di un notevole e indiscutibile fascino, in grado di catturare l’attenzione di un pubblico attirato sicuramente dalle storie a carattere thriller e giallo, con tanti colpi di scena, adatto però alla lettura di grandi e piccini. Un’opera che, sin dalla sua nascita, ha saputo incantare grazie anche alla vastità dei suoi contenuti: l’originale Arsène Lupin gentleman cambrioleur prevedeva infatti una raccolta di 9 novelle, parte dell’ampia produzione complessiva che ha consentito al celeberrimo ladro un’ampia diffusione nei media.

Lupin - Copertina

Un personaggio dunque decisamente trasversale, che ha saputo presenziare sul grande schermo del cinema con diversi film, ai fumetti e persino in radio, con la pièce radiofonica dal titolo Peggy rencontre de nouveau Arsène Lupin, facente parte di un atto del 1936 non pubblicato e trasmesso da radio Radio Cité il 27 marzo 1936.

In conclusione

La nuova edizione del romanzo Arsenio Lupin. Ladro gentiluomo è sicuramente una intelligente operazione di marketing, in quanto si presenta come ennesima occasione di scoperta di un classico della letteratura, ampiamente diffuso sui media “visivi”, ma dimenticando e mettendo forse un po’ in disparte le radici letterarie di questa storia. Al contempo, il romanzo fa da cassa di risonanza alla serie TV, cercando probabilmente di incrementarne le visualizzazioni, ma anche di dare maggiore copertura mediatica a un prodotto Netflix che, tutto sommato, è stato anche ben apprezzato dagli spettatori. Del resto, non poteva essere altrimenti: di Lupin al mondo uno ce n’è.

Arsenio Lupin. Ladro gentiluomo


Arsenio Lupin. Ladro gentiluomo è un'ottima occasione di recupero di un classico della letteratura internazionale, in grado di affascinarci non solo con una scrittura sempre contemporanea e una storia ammaliante, ma anche grazie a una rilegatura curata di questa edizione e con qualche rimando alla serie TV Netflix.

Pro

  • storia di facile lettura, grazie alle buone dimensioni dei caratteri e a una grafica curata nell'impaginazione
  • interessante aggiunta delle immagini tratte dalla serie TV per realizzare un vero e proprio tie-in

Contro

  • non vi sono contenuti aggiuntivi di spessore rispetto a una qualsiasi altra edizione, nemmeno riferimenti particolari alla realizzazione della serie