Eventi

Burger King lancia i Real Meal, perché non esiste solo la felicità

Burger King, la famosa catena americana di fast food, lancia una serie di menu dedicati ai vari stati d’animo, facendo un po’ il verso e irridendo il diretto concorrente McDonald’s, che ha fatto dei suoi Happy Meal – il pasto della felicità – uno dei propri simboli iconici.

Burger King, con lo slogan “nessuno è sempre felice”, ha lanciato una campagna contro la pressione sociale in favore della felicità a tutti i costi. Secondo la catena di fast food, infatti, è impossibile essere sempre e comunque felici e non si dovrebbero mai ignorare gli altri stati d’animo, come la rabbia o la malinconia.

Queste le parole con cui Burger King ha lanciato l’iniziativa Real Meal: “È un modo per incoraggiare le persone a mostrare i propri stati d’animo. I social media creano una forte pressione per cui tutti dobbiamo apparire sempre felici e perfetti. Con i Real Meal, Burger King celebra la volontà di essere se stessi e il diritto a provare qualsiasi sentimento”.

Il mese di maggio, negli Stati Uniti, è dedicato alle iniziative incentrate sulle tematiche di sensibilizzazione sui temi della salute mentale e proprio per questo motivo Burger King ha scelto questo mese per lanciare la sua iniziativa.

Burger King, quindi, proporrà ai propri clienti delle città di New York, Miami, Austin e Seattle il menu più appropriato per il proprio stato d’animo o per quello che si vorrebbe avere. Al via dunque il menu Pissed (estremamente arrabbiato), il Blue (malinconico, triste), il menu Salty (infastidito), quello YAAAS, (estrema soddisfazione), e infine il DGAF (acronimo per “Don’t Give A Fuck”, che significa “non me ne frega niente”).

Un’iniziativa rivolta solo al mercato USA e probabilmente limitata al periodo di maggio, dunque, ma che speriamo possa prima o poi sbarcare anche nei ristoranti italiani.