Libri e Fumetti

Dark Nights: Death Metal – guida alla lettura del nuovo evento DC

Manca ormai pochissimo all’arrivo in Italia di Dark Nights: Death Metal di Scott Snyder e Greg Capullo che Panini DC Italia inizierà a pubblicare il prossimo 25 marzo in albi spillati raccogliendo i numeri della miniserie principali (7 in totale) e i numerosi tie-in dell’evento che, è bene sottolinearlo, non sono letture da tralasciare anzi sono fondamentali non solo per le ramificazioni dell’evento stesso ma anche per comprendere lo status quo di moltissimi personaggi in previsione degli sviluppi futuri da DC Future State a DC Infinite Frontier.

Abbiamo realizzato una agile guida alla lettura per aiutare a prepararvi all’evento divisa in due parti. Nella prima c’è tutto quello che dovrete recuperare e leggere prima di Dark Nights: Death Metal, nella seconda parte invece l’ordine di lettura di tutti gli albi (24 in totale) che compongono l’evento.

Foto generiche

Dark Nights: Death Metal – guida alla lettura del nuovo evento DC

Dark Nights: Metal

Dark Nights: Death Metal è il sequel spirituale di Dark Nights: Metal, mastodontico evento del 2017 orchestrato sempre da Scott Snyder e Greg Capullo composto da 6 albi principali a cui si collegano 8 albi tie-in delle serie regolari e ben 12 one-shot per un totale di 26 albi!

Foto generiche

Batman sta indagando in segreto su alcuni disturbi nella naturale frequenza vibrazionale della Terra, disturbi legati ad un’altra indagine quella riportata nei diari di Carter Hall ovvero Hawkman che parlano di 5 misteriosi metalli dalle proprietà capaci di aprire un portale verso una dimensione oscura. Quando la Montagna degli Esploratori dell’Ignoto appare improvvisamente al centro di Gotham City, Batman e la Justice League sono costretti ad occorrere sul posto per rispondere all’incredibile emergenza.

Al suo interno troveranno Kendra Saunders ovvero Hawkgirl che li metterà al corrente di come oltre a Multiverso così come lo avevano esplorato fino ad oggi esiste anche un altro Multiverso al di sotto di esso in cui tutte le scelte sbagliate prendono forma in vere e proprie realtà perverse: si tratta del Multiverso Oscuro. Al centro di questo multiverso malato regna Barbatos, una bestia che non attende altro che cibarsi del Multiverso. È Batman stesso la chiave per il suo apocalittico avvento.

Marchiato da Barbatos dopo essere stato spedito indietro nel tempo dai Raggi Omega di Darkseid (durante l’evento Crisi Finale), Batman è stato esposto già esposto ai metalli di cui aveva parlato Hawkman e un ultimo disperato tentativo di prevenire questa apocalisse libera invece Barbatos e lo fa precipitare nel Multiverso Oscuro.

Inizia così l’invasione guidata dal Batman che Ride, una perfida e spietata versione alternativa di Batman, insieme ai suoi Cavalieri Oscuri ovvero alcune fra le più efferate versioni alternative di Batman fra cui The Red Death (Batman e Flash “fusi” insieme), The Drowned (Bryce Wayne, un Batman donna simile ad Aquaman), The Dawnbreaker (un Bruce Wayne che da teenager ha ottenuto un Anello del Potere), The Murder Machine (un Batman cyborg), The Merciless (un Batman che è il Dio della Guerra) e The Devastator (un Batman che è infetto dai geni di Doomsday).

Foto generiche

La liberazione di Batman e la salvezza del Multiverso e delle Terra che sta lentamente ma inesorabilmente scivolando nel Multiverso Oscuro passano da una incredibile rivelazione, perpetrata da Sandman (Daniel Hall). Chi crea e chi decide quali universi fanno parte del Multiverso anziché del Multiverso Oscuro?

Il segreto risiede al centro del Multiverso Oscuro ed è collegato alle origini stesse di Barbatos. Il finale sarà drammatico perché gli eroi, per riportare la Terra lontano dal Multiverso Oscuro, dovranno attingere a riserve di energia che neanche loro sapevano esistere in uno sforzo che porterà ad una conseguenza imponderabile: la rottura del Muro della Fonte!

Dark Nights: Metal è un evento esagerato tanto nel concept quanto nell’estetica e nella esecuzione. La narrazione è tutt’altro che lineare e la presenza di molti one shot e tie-in, se non fruiti in ordine, potrebbero sembrare ridondanti. C’è da dire che in questo enorme affresco cosmico/mitico non sempre Scott Snyder riesce a tenere la barra di navigazione ben salda e soprattutto nella parte centrale qualche passaggio risulta farraginoso. Dark Nights: Metal, come la maggior parte della produzione dell’autore, è destina ad essere una lettura polarizzante: o la sia ama o la si odia.

In Italia è stato presentato in diverse edizioni sia spillati che volumi e sia dal precedente editore RW Lion che dall’attuale editore Panini DC Italia che riproporrà la saga in un massiccio omnibus, edizione che raccoglie tutta la saga compresi tie-in e one-shot e che vi consigliamo assolutamente per fruire al meglio l’evento, dopo averla proposta precedente in volume (contenente i soli 6 numeri della miniserie principale).

» Potete acquistare Dark Nights: Metal su Amazon.

Il Batman che Ride

Le origini del grande antagonista di Dark Nights: Metal ovvero Il Batman che Ride vengono narrate in una miniserie di 7 albi.

Foto generiche

Scritta da Scott Snyder con disegni dell’ottimo Jock la miniserie è stata recentemente riproposta in in volume da Panini DC Italia

Torniamo quindi su Terra -22 (siamo nel Multiverso Oscuro e quindi le Terre hanno numerazione negativa) per assistere all’ennesimo scontro fra Batman e Joker tuttavia il suo esito non sarà quello a cui siamo abituati e il risultato sarà la nascita di questa mostruosa e sogghignante creatura.

» Potete acquistare Il Batman che Ride su Amazon.

No Justice e Justice League di Scott Snyder

Alla fine di Dark Nights: Metal avevamo visto il leggendario Muro della Fonte andare in frantumi. Cosa ha celato per millenni? È questa la premessa da cui parte la gestione di Scott Snyder su Justice League con la miniserie No Justice e proseguita poi con la serie regolare durata 39 numeri.

Foto generiche

La rinnovata Justice League si ritroverà a difendere La Totalità, quella che potrebbe essere definitiva la forma base di energia di tutto l’universo anzi di tutto il multiverso, libera con la distruzione del Muro della Fonte.

Mentre gli eroi eroi cercano di comprendere come gestire questa forma di energia primordiale arrivata sulla Terra, c’è chi invece si muoverà in direzione opposta nel tentativo di sfruttarla. Lex Luthor sta infatti riformando la Legion of Doom e forte di misteriosi dettagli sulla Totalità ha un suo piano ben preciso: chi è la misteriosa Perpetua e qual è la sua connessione con la Totalità e il Multiverso?

Mentre Lex porta clamorosamente a termine il suo piano, diventando Apex Lex ovvero una sua versione evoluta, un altro nemico farà il suo ritorno. Quella che era partita come una guerra fra Giustizia, rappresentata dai valori degli eroi della Justice League, e Destino, rappresentata dall’ineluttabilità evolutiva della razza umana di Apex Lex, ben presto si trasforma in una complessa battaglia in cui a farne le spese non potrebbe esserne solo la Justice League ma l’intero Multiverso!

Gli altri volumi della gestione Scott Snyder sono i seguenti, in ordine cronologico: La Totalità, Il Cimitero degli Dei (che contiene l’evento Drowned Earth), Hawkworld, La Sesta Dimensione e La Guerra Giustizia/Destino.

» Potete acquistare Justice League – No Justice su Amazon.

Batman/Superman & Gli Infetti

Contemporaneamente agli eventi di Justice League e all’ascesa evolutiva, e al potere, di Lex Luthor, sulla serie Batman/Superman, Batman e Superman conducono parallelamente una importante indagine.

Foto generiche

Da una prigione segreta all’interno della rinnovata Hall of Justice è infatti fuggito Il Batman che Ride! Libero di vagare sulla Terra, il temibile villain inizia ad infettare eroi e criminali dell’Universo DC, la sua però ben presto non sembra essere una semplice vendetta nei confronti di coloro i quali sono riusciti a catturarlo (come visto nella miniserie citata poco sopra) ma una vera e propria campagna di reclutamento per destabilizzare gli stessi eroi e soprattutto portarsi in una posizione di vantaggio.

Panini DC Italia ha raccolto questo particolare passaggio di avvicinamento a Dark Nights: Death Metal nello spillato Batman/Superman e più precisamente nei primi 6 albi che contengono, in ordine cronologico di lettura corretto, anche i one-shot tie-in denominati Gli Infetti (The Infected in originale) che mostrano gli eroi e i villain caduti sotto l’influenza del Batman che Ride.

» Potete acquistare Batman/Superman 1 su Amazon.

L’anno del Criminale & Inferno sulla Terra

Anche Apex Lex ha iniziato una campagna di reclutamento molto aggressiva fra i villain dell’Universo DC.

Foto generiche

Grazie al potere concessogli da Perpetua infatti, Apex Lex è in grado di esaudire qualsiasi desiderio iniziando così a manifestarsi in giro per il mondo facendo la sua irrinunciabile offerta: inizia L’anno del Criminale.

Si tratta di una serie di albi tematici delle varie serie regolari o one-shot in cui Apex Lex appare e assistiamo alla risposta del villain chiamato in causa o alla effettiva bontà della sua offerta. In sé per sé questi albi (disseminati nelle varie pubblicazioni regolari dell’editore modenese) non sono fondamentali quanto invece il climax dell’Anno del Criminale ovvero la miniserie Inferno sulla Terra.

In Inferno sulla Terra infatti capiamo che la vera partita è fra Apex Lex e Il Batman che Ride con in palio l’attenzione di Perpetua decisa ad annientare tutto il Multiverso. La Justice League si rende presto conto di essere stata in svantaggio dal primo momento e di non poter fare altro che respingere con tutta la sua forza e le sue risorse l’attacco finale, attacco il cui risultato sarà drammatico come vedremo all’inizio di Dark Nights: Death Metal in cui tutta la Terra è stata completamente riplasmata.

» Potete acquistare Inferno sulla Terra su Amazon.

Eroi in Crisi

Come in tutti i grandi eventi DC che rispettino da Crisi sulle Terre Infinite, anche in Dark Nights: Death Metal i velocisti avranno il loro bel da fare e in particolare ritornerà a correre Wally West, il secondo Flash.

Foto generiche

Grande protagonista dell’era Rinascita, Wally era stato al centro degli eventi di Eroi in Crisi.

L’ambiziosa miniserie di Tom King e Clay Mann, dai toni decostruzionistici e psicoanalitici, è ambienta nel Santuario, un luogo protetto creato da Batman, Superman e Wonder Woman dove eroi e criminali possono ritirarsi per guarire dai loro traumi.

Quando nel Santuario viene commessa una carneficina, i sospetti ricadono su Booster Gold e Harley Quinn. Ma non tutto è come sembra.

» Potete acquistare Eroi in Crisi su Amazon.

Flash Forward

La drammatica conclusione di Eroi in Crisi viene in parte rimaneggiata Flash Forward.

Foto generiche

In questa miniserie di 6 numeri, scritta da Scott Lobdell e disegnata da Brett Booth, Wally West viene reclutato dal Fuginauta, l’essere cosmico preposto a monitorare gli scambi fra i vari universi paralleli.

Il Fuginauta chiede a Wally di compiere un incredibile viaggio fra diverse realtà nella speranza di arginare la vorticosa entropia che, generata dal Multiverso Oscuro dopo gli eventi di Dark Nights: Metal, sta ingolfando tutto il Multiverso.

Wally riluttante accetta sperando di ritrovare la pace e quella famiglia persa e mai ritrovata da quando è tornato nell’Universo DC a seguito degli eventi di Rinascita e collegati alla manipolazioni del Multiverso stesso viste in Doomsday Clock.

» Potete acquistare Flash Forward su Amazon.

Dark Nights: Death Metal – l’ordine di lettura

Ed eccoci arrivare quindi a Dark Nights: Death Metal che come detto in apertura si snoderà in 7 numeri che comporranno la miniserie principale più numerosi tie-in per un totale di 24 albi.

Eccovi l’ordine di lettura studiato per farvi godere appieno tutti gli snodi narrativi di questa complessa storia in ordine quasi cronologico:

  • Dark Nights: Death Metal #1 (di 7) di Scott Snyder e Greg Capullo
  • Dark Nights: Death Metal #2 (di 7) di Scott Snyder e Greg Capullo
  • Dark Nights: Death Metal – Legends of the Dark Knights (one-shot) di Scott Snyder, James Tynion IV, Joshua Williamson, Peter J. Tomasi, Garth Ennis, Daniel Warren Johnson e Frank Tieri con matite di Tony S. Daniel, Jim Cheung, Joelle Jones, Daniel Warren Johnson, Riley Rossmo e Francesco Francavilla
  • Dark Nights: Death Metal #3 (di 7) di Scott Snyder e Greg Capullo
  • Dark Nights: Death Metal – Guidebook (one-shot) di Scott Snyder, James Tynion IV, Joshua Williamson, Becky Cloonan, Vita Ayala, Chip Zdarsky e Christopher Priest con matite di Doug Mahnke, Becky Cloonan, Eduardo Risso, Khardy Randolph e Dan Panosian
  • Dark Nights: Death Metal – Trinity Crisis (one-shot) di Scott Snyder e Francis Manapul
  • Justice League #53 (tie-in) [arco narrativo intitolato Doom Metal, Parte 1 di 5] di Joshua Williamson e Xermanico
  • Dark Nights: Death Metal – Speed Metal (one-shot) di Joshua Williamson, Eddy Barrows e Eber Ferreira
Foto generiche
  • Dark Nights: Death Metal – Multiverse’s End (one-shot) di James Tynion IV e Juan Gedeon [il cliffhanger finale di questo albo viene ripreso poi nel one-shot Dark Nights: Death Metal – Rise of the New God]
  • Justice League #54 (tie-in) [Arco Narrativo intitolato Doom Metal, Parte 2 di 5] di Joshua Williamson e Xermanico
  • Dark Nights: Death Metal – Robin King (one-shot) di Peter J. Tomasi, Tony Patrick e Riley Rossmo
  • Dark Nights: Death Metal #4 (di 7) di Scott Snyder e Greg Capullo
  • Justice League #55 (tie-in) [arco narrativo intitolato Doom Metal, Parte 3 di 5] di Joshua Williamson e Xermanico
  • Dark Nights: Death Metal – Rise of the New God (one-shot) di James Tynion IV e Bryan Hill con matite di Jesus Merino e Nik Virella.
  • Justice League #56 (tie-in) [arco narrativo intitolato Doom Metal, Parte 4 di 5] di Joshua Williamson e Xermanico
  • Dark Nights: Death Metal – Infinite Hours Exxxtreme! (one-shot) di Frank Tieri, Becky Cloonan e AA.VV. con matite di Dale Eaglesham e AA.VV.
Foto generiche
  • Justice League #57 (tie-in) [arco narrativo intitolato Doom Metal, Parte 5 di 5] di Joshua Williamson e Xermanico
  • Dark Nights: Death Metal #5 (di 7) di Scott Snyder e Greg Capullo
  • Dark Nights: Death Metal – The Multiverse Who Laughs (one-shot) di Amanda Conner, Patton Oswalt, Jimmy Palmiotti, Scott Snyder, Brandon Thomas, James Tynion IV e Joshua Williamson con matite di Chad Hardin e AA.VV.
  • Dark Nights: Death Metal – The Secret Origin (one-shot) di Scott Snyder e Geoff Johns con matite di Ryan Benjamin
  • Dark Nights: Death Metal – The Last Stories of the DCU (one-shot) di Scott Snyder, James Tynion IV, Joshua Williamson, Mark Waid, Gail Simone, Mariko Tamaki, Jeff Lemire, Cecil Castellucci e Christopher Sebela con matite di Francis Manapul and Travis Moore, Rafael Albuquerque, Meghan Hetrick, Chris Mooneyham e Mirka Andolfo.
  • Dark Nights: Death Metal #6 (di 7) di Scott Snyder e Greg Capullo
  • Dark Nights: Death Metal – The Last 52: War of the Multiverses (one-shot) di Scott Snyder, Joshua Williamson, Magdalene Visaggio, James Tynion IV, Kyle Higgins, Marguerite Bennett, Matt Rosenberg, Justin Jordan, Regine Sawyer e Che Grayson con matite di Daniel Sampere e AAV.VV.
  • Dark Nights: Death Metal #7 (di 7) di Scott Snyder e Greg Capullo
Foto generiche