Action Figure

One Piece: Nami, Nico Robin & Franky Figuarts Zero: la recensione

Dopo ben quattro mesi siamo finalmente giunti alla conclusione di questo bellissimo diorama tratto dalla saga di Wano di One Piece. Nella recensione di oggi andremo esaminare la quarta e ultima wave composta da Nami (Onami), Nico Robin (Orobi) e Franky (Franosuke). Nelle tre precedenti analisi, siamo andati ad approfondire nel dettaglio la prima figure della linea Figuarts Zero con protagonista Monkey D. Luffy (Luffy Taro), la seconda wave composta da Tony Tony Chopper (Chopaemon) e Usopp (Usohachi) e la terza wave con Zoro (Zorojiuro), Sanji (Sangoro) e Brook (Honekichi), che fanno parte di un formidabile mega-diorama composto dai membri della ciurma di Cappello di Paglia.

I personaggi

Nami, Nico Robin & Franky Figuarts Zero

Nami: famosa ladra che accetta di entrare a far parte della ciurma di Cappello di Paglia poco dopo l’inizio dell’avventura. E’ una ragazza preparata e intelligente, soprattutto per quanto riguarda la meteolorogia e la cartografia navale. Oltre a possedere un corpo esplosivo per la gioia dei maschietti, a bordo della nave, tutti , compreso il capitano, seguono le sue direttive e questo fa di lei la vera mente del gruppo. Dopo aver riscattato il debito per il suo villaggio grazie all’aiuto di Luffy che ha sconfitto la banda degli Uomini Pesce, Nami continua la carriera di ladra per un suo tornaconto personale. Adora la ricchezza e riesce a lucrare in ogni situazione.


Nami, Nico Robin & Franky Figuarts Zero

Nico Robin: la prima volta che l’abbiamo conosciuta il suo nome in codice era Miss All Sunday ed era vicepresidente della Baroque Works. Già all’età di otto anni aveva una taglia sulla testa e questa pessima fama l’ha accompagnata finchè non è entrata nell’organizzazione di Crocodile. E’ una valente archeologa, micidiale nei combattimenti, grazie ai poteri del Frutto del Diavolo Fior Fior. Durante la battaglia di Alabasta voleva morire, ma cambia idea, impressionata dalle azioni di Monkey D. Luffy e dei suoi amici. Dopo un iniziale tentennamento decide di unirsi al folle gruppo.


Nami, Nico Robin & Franky Figuarts Zero

Franky il carpentiere è colui che si occupa da solo di mantenere, innovare, riparare la Thousand Sunny. Suo è il ruolo cruciale di salvaguardare non solo la nave, ma anche i suoi compagni. Nel vecchio laboratorio di Vegapun, Franky ha trovato dei progetti bellici che vanno oltre ogni immaginazione. Usando se stesso come materiale da esperimento è riuscito a rinnovarsi completamente. Con un corpo completamente rimodellato, il carpentiere attreverserà con la sua nave i mari del Nuovo Mondo.

Packaging e Blister

Tutte e tre le statue hanno il design delle scatole in linea alle uscite viste negli scorsi mesi, caratterizzato da un fondale minimale completamente bianco, la foto del protagonista in basso a sinistra, dal nome del personaggio, dai loghi di One Piece, Tamashii Nations e Bandai Spirits e in tutte e tre le confezioni è presente una finestra trasparente che ci lascia adocchiare cosa c’è all’interno. Nel primo box di Nami, oltre la figure a lei dedicata, ha una basetta e perno trasparente e include inoltre due volti alternativi: il suo e quello di O-Tama. Nella confezione di Nico Robin oltre a lei alla basetta romboidale standard non troviamo nulla, mentre il carpentiere Franky a differenza degli altri due ha diverse parti bonus in più, che andremo a descrivervi: due basette  che servono entrambe per ancorare il personaggio, un perno trasparente, una testa alternativa per Nico Robin e un volto di ricambio per se stesso.

Nami (Onami)

Per galanteria partiamo nella descrizione dalle due fanciulle, Nami nel corso della saga di Wano ha cambiato parecchi abiti, ma quello che spicca di più tra tutti i protagonisti è senza ombra di dubbio quello della nostra navigatrice preferita. Kin’emon grazie al potere di trasformazione ha realizzato questo mini kimono azzurro con alcuni motivi floreali bianchi, più una cintura gialla sulla vita. Bellissimo lo sculpt del viso della giovane ragazza, pulito e senza particolari difetti cosi come per tutta la figure. Essendo una figure molto minuta ci sono pochissime imprecisioni: i capelli raccolti sono sfumati con un effetto di movimento. Il kimono è realizzato molto bene, ma la cintura pecca di una colorazione gialla troppo plasticosa, non dando l’effetto reale a cui l’azienda ci ha sempre abituati.

Nico Robin (Orobi)

Durante quest’arco narrativo il primo vestito che vediamo indossare da Nico Robin è quello di una geisha tradizionale nero, con i capelli legati e un rossetto di colore rosso. La figure è ben fatta e perfettamente somigliante alla controparte animata. Indubbiamente il paint è il punto forte della statica, infatti possiamo si da subito notare che il kimono parte dall’alto con il colore nero e finisce in basso con un grigio scuro. Peccato solo per i soliti difetti di stampo in vari punti e i visibilissimi segni di stacco delle maniche del kimono. All’interno della propria scatola il personaggio è sprovvisto della testa di ricambio, che invece sarà possibile trovare nel box di Franky con un’espressione leggermente differente.

Franky (Franosuke)

Terminiamo questa lunghissima recensione con l’ultima statica, questa volta dedicata a Franky, il carpentiere della ciurma. La prima cosa che abbiamo detto appena vista e presa tra le mani è stato “WOW”, la pesantezza e la robustezza si fanno subito notare. Franky è alto ben 22 cm e indossa un cappotto da lavoro yukata blu scuro con dei simboli impressi, un asciugamano rosso intorno alle spalle e i suoi capelli sono pettinati in un modo assurdo che ricorda vagamente un martello. A differenza di tutte le statue, stranamente l’azienda ha messo delle parti che si possono muovere, sono solamente due: i pugni che si possono ruotare e il braccio alzato che ha un piccolo raggio di movimento verso l’alto e verso il basso e addirittura si può staccare. Non abbiamo notato nessun difetto di painting, sicuramente la parte forte che più spicca sono le grosse spalle e i grossi avambracci. Anche la colorazione del viso e del corpo è molto buona. La posa di Franky è semi dinamica, con un braccio alzato con un grosso coltello seghettato pronto ad attaccare i nemici, le gambe divaricate e viso sorridente come siamo abituati a vederlo solitamente.

La nostra Video Recensione

Conclusioni

Con questa quarta e ultima Wave composta da Nami, Nico Robin e Franky andiamo finalmente a completare il diorama tratto dalla saga di Wano in particolare dalla copertina numero 91 di One Piece. Tutte e sei le figure già uscite in precedenza sono ancora facilmente reperibili presso gli store online o i vostri negozianti di fiducia visto che non sono ancora andate in esaurimento.

Nami (Onami), Nico Robin (Orobi) e Franky (Franosuke) sono già disponibili nei negozi a un prezzo indicativo di 55,00 € per Nami e Nico Robin e 74,00 € per Franky distribuiti in Italia ufficialmente da Cosmic Group. 

Prima di terminare questa tripla recensione v’invitiamo a seguire il nostro canale Youtube dove potete trovare una serie di video dedicati al mondo delle figure. E senza dimenticare il doppio appuntamento mensile ogni secondo e quarto lunedì del mese con il format Action Figure Show condotto da Matteo e Alex dalle 21.30 sul canale Twitch di Cultura Pop.

Nami (Onami), Nico Robin (Orobi) e Franky (Franosuke) – Figuarts Zero


Siamo arrivati all'ultima recensione per quanto riguarda la linea Figuarts Zero tratta dalla saga di Wano di One Piece. Questa quarta e ultima wave con protagonisti Nami, Nico Robin e Franky non deludono le aspettive e chidono questo fantastico diorama con il botto. Tutte e 3 sono davvero ben fatte e risultano molto simpatiche da avere nella propria vetrina.

Pro

  • Ottimo rapporto prezzo/qualità
  • Molto fedeli ai personaggi originali
  • Possono essere esposti da soli

Contro

  • I visi di ricambio dei personaggi sono contenuti in altri box