Eventi

Quanto dura un giorno su Venere?

Venere è ancora un “misterioso vicino” del nostro pianeta Terra, e gran parte della sua complessa evoluzione e della composizione atmosferica vengono ancora rivelate tramite sonde mirate della NASA e veicoli spaziali internazionali.

Spazio

Tuttavia, le nuvole di segretezza che circondano Venere stanno lentamente iniziando a diradarsi con nuove osservazioni ed esperimenti da parte di un team di ricercatori dell’UCLA intesi a misurare con precisione la lunghezza di un singolo giorno venusiano. Per ottenere il numero di ore specifico, nonché l’inclinazione del suo asse e le dimensioni del nucleo, gli scienziati hanno ripetutamente fatto rimbalzare il radar sulla superficie del pianeta per un periodo di quindici. Le loro conclusioni sono state pubblicate la scorsa settimana sulla rivista online Nature Astronomy (potete leggere l’articolo a questo link). “Venere è il nostro pianeta gemello, eppure queste proprietà fondamentali sono rimaste sconosciute”, ha detto Jean-Luc Margot, professore di scienze terrestri, planetarie e spaziali dell’UCLA che ha guidato la ricerca.

Queste misurazioni radar indicano che un giorno medio su Venere dura 243,0226 giorni terrestri, ovvero circa due terzi di un anno terrestre. Venere e la Terra hanno molti tratti comuni essendo entrambi pianeti rocciosi che condividono dimensioni, massa e densità quasi identiche. Ma è qui che finiscono le somiglianze, poiché ognuno ha preso alcune serie deviazioni nel processo di formazione, percorsi divergenti che potrebbero essere esposti con nuove conoscenze critiche. Per raccogliere questi dati illuminanti, il gruppo UCLA ha puntato le onde radio su Venere 21 volte dal 2006 al 2020, impiegando l’antenna Goldstone larga 70 metri nel deserto del Mojave in California. Sono stati rilevati echi radio a Goldstone e al Green Bank Observatory della West Virginia.

Spazio

La comprensione della struttura interna di Venere può accendere nuove teorie su come si è evoluto il pianeta, comprese le registrazioni dell’attività vulcanica e le devastazioni del tempo sulla sua superficie. Le misurazioni del suo movimento possono anche aiutare tentativi di atterraggio pianificai in un ipotetico futuro, sia con equipaggio che senza equipaggio. “Senza queste misurazioni, stiamo essenzialmente volando alla cieca”, ha detto Margot. “Questo probabilmente spiega perché le stime precedenti non erano d’accordo tra loro”.

Il team dell’UCLA ha concluso che Venere si inclina su un lato precisamente di 2,6392 gradi, rispetto all’inclinazione della Terra di 23 gradi. Ripetute misurazioni radar hanno anche riportato la velocità molto lenta che cambia l’orientamento dell’asse di rotazione di Venere.