Cinema e Serie TV

Ray Fisher tornerebbe come Cyborg in Justice League 2

Continua il botta e risposta, a metà fra polemica e soap opera, fra Ray Fisher (il Cyborg di Justice League) e WarnerMedia riguardante i presunti comportamenti scorretti praticati sul set del film dal regista Joss Whedon e da alcuni produttori nei suoi confronti. Come ben sappiamo le accuse lanciate dal giovane attore non sono state vane e hanno portato ad una indagine interna che, conclusasi ufficialmente, non ha portato apparentemente grossi scossoni se non l’allontanamento dello stesso Joss Whedon da un progetto televisivo di HBO Max, allontanamento però non direttamente collegato al risultato della indagine.

Ray Fisher tuttavia non è stato contento dei provvedimenti e della gestione della faccenda da parte di WarnerMedia e per questo ha continuato ad esprimere le sue opinioni in maniera veemente sui suoi profili social ufficiali infastidito probabilmente anche dalle voci che volevano Cyborg ormai fuori da The Flash, la pellicola con Ezra Miller.

Foto generiche

Ray Fisher e WarnerMedia ai minimi termini…

Dopo aver smentito le voci secondo le quali avrebbe volontariamente lasciato il ruolo di Cyborg, Fisher ha commentato piccato che non avrebbe lavorato mai più lavorato a nessun film sotto Hamada e che WarnerMedia avrebbe scelto di eliminare il personaggio di Cyborg dal film anziché, ancora una volta, rispondere pubblicamente e direttamente sulla faccenda.

Questo a poche ore dalla riconferma, fino al 2023, di Walter Hamada come presidente di DC Films. La risposta di WarnerMedia non è però tardata ad arrivare, questo volta sotto forma di un comunicato ufficiale, in cui non solo si ribadiva che le investigazioni si erano concluse e che avrebbero portato ad una serie di provvedimenti ma anche che non c’è nessuna intenzione di separarsi da Geoff Johns.

…ma tornerebbe come Cyborg in Justice League 2

Dopo la conferma, rimbalzata su tutti i principali canali, che effettivamente Cyborg non sarebbe stato presente in The Flash, Fisher ha sottolineato come questa scelta era maturata solo dopo la sua decisione di non lavorare con Walter Hamada, affermazione in netto contrasto con le dichiarazioni ufficiali WarneMedia.

Fatto sta che dopo pochi giorni Ray Fisher si è “contraddetto” rispondendo ad un fan sui social e dicendo che, qualora Zack Snyder lo chiamasse direttamente, non esiterebbe a vestire i panni di Cyborg per Justice League 2 o a partecipare a qualsiasi progetto del vulcanico regista anche come semplice comparsa.

Foto generiche

Segnali contraddittori da parte del giovane attore che sembra aver compromesso definitivamente la sua posizione trasformando in una caccia alle streghe quella che era partita come una legittima battaglia.

Tuffatevi nei Worlds of DC con questo massiccio cofanetto blu-ray e 4K Ultra HD che raccoglie tutti i film finora usciti.