Eventi

Riccardo Zangelmi : intervista all’unico LEGO Artist italiano

Quando un materiale diventa un elemento primario adatto a comporre un’opera d’arte? Come si diventa artisti LEGO di fama internazionale e dal “salotto di casa” si passa a mostre d’arte e progetti colossali avendo come partner e clienti i marchi più importanti a livello mondiale dell’industria della moda e dei motori ? Abbiamo incontrato , in occasione della rivelazione dell’unico modello LEGO al mondo in scala 1:1 della Ducati Panigale V4 R,  Riccardo Zangelmi, emiliano di origine ed unico LEGO Certified Professional presente sul nostro territorio (esistono solo 18 LCP nel mondo) che con la sua azienda BrickVision progetta e realizza modelli, mosaici e sculture in mattoncini LEGO. Per LEGO e Ducati Riccardo ha lavorato 400 ore maneggiando più di 15.000 pezzi Lego Technic senza l’ausilio di alcun software di progettazione, colla o altro elemento di supporto che non fosse il riferimento visivo della moto originale e la propria abilità di artista e conoscitore degli elementi LEGO Technic.

Abbiamo approfittato dell’occasione per scambiare due parole con  Riccardo Zangelmi e scoprire il mondo dei LEGO Certified Professional. Una figura come quella di Riccardo può vantare una profonda conoscenza del mondo dei mattoncini colorati, potrebbe sicuramente lanciarsi in un’approfondita disamina dei tanti pregi e del fascino dei LEGO e proprio grazie a questa sua competenza, Riccardo ha ben chiaro quali siano le caratteristiche principali del mondo LEGO che lo hanno affascinato sin dall’inizio

Riccardo ZangelmiQualita’, Affidabilita’, Creativita’, Immaginazione, Colore

Cinque parole che racchiudono il fulcro della passione di Riccardo, che è riuscito a realizzare il sogno di migliaia di appassionati dei set: trasformare una passione in un lavoro. Sembra incredibile, ma Riccardo è riuscito a ritagliarsi una figura professionale che consente di dare ai mattoncini Lego una nuova visione

Riccardo ZangelmiIl mio lavoro consiste nell’ utilizzare i mattoncini LEGO come medium artistico per sviluppare progetti, sia per LEGO stessa, che per aziende Terze.

Come tutti coloro che entrano in contatto con questo variopinto mondo, anche Riccardo ha conosciuto LEGO nella sua infanzia, una conoscenza che dopo un allontanamento è ritornata prepotentemente nella sua vita, come ci racconta

Riccardo ZangelmiL’ amore per i mattoncini LEGO nasce dalla mia infanzia, era l unico gioco che letteralmente “entrava” nella mia stanza. All eta’ di 30 anni mi sono riavvicinato ai mattoncini riscoprendo il fascino e le infinite possibilità creative che offre. In questo nuovo contesto, e dopo alcuni incontri professionali, ho pensato di provare a fare del mattoncino il mio lavoro.

Grazie alla sua opera come LEGO Certified Professional, Riccardo ha la possibilità di valutare in modo differente l’impatto culturale e sociale che i prodotti LEGO possono vantare. Un valore artistico, frutto di una caratteristica unica dei mattoncini LEGO

Riccardo ZangelmiSicuramente si, ai mattoncini non manca niente, anzi hanno una possibilità’ in più’… il sistema di incastro, il quale conferisce l’ opportunità di modificare ciò che si e’ realizzato che nessun altro materiale ha.

Le possibilità infinte presentate dai mattoncini e l’interazione con la fantasia dei costruttori possono esser paragonate ad un processo creativo affine a quello artistico, aprendo ad un curioso interrogativo: i mattoncini LEGO sono considerabili arte?

Riccardo ZangelmiNon mi riconosco in una particolare corrente artistica, credo comunque che i colori accesi e il materiale stesso di cui sono fatti i mattoncini, possano portare tendenzialmente verso la Pop Art.

Riccardo, come ogni buon costruttore, avrà sicuramente uno strumento prediletto per realizzare le proprie creazioni. Scegliere tra le migliaia di possibilità offerte dai mattoncini LEGO è tutt’altro che semplice, ma Riccardo ha le idee chiare su quali siano i suoi obiettivi e come realizzarli, identificando una forma immancabile nelle sue realizzazioni



Riccardo ZangelmiNon ho un pezzo preferito, anche se riuscire a conferire linee curve e reali e’ sempre il mio obbiettivo quando costruisco, quindi i pezzi curvi e sinuosi tendenzialmente sono i prediletti.

Riccardo, con la sua esperienza, ha ormai realizzato numerosi lavori con i mattoncini LEGO, ma quali sono i progetti che lo attirano maggiormente?

Riccardo ZangelmiSicuramente strutture in scala 1:1 sono sempre un obbiettivo e una grande sfida aziendalmente parlando. Come progetto personale sicuramente la mia prima scultura “Tom la formica”, in scala gigante.

Parlando sempre di aneddoti e vissuto, il momento/progetto più bello e quello più “terrificante” che ricordi legato al lavoro come artista LEGO?

Riccardo ZangelmiNon c’e’ un progetto piu’ bello di altri, sono sempre stati tutti molto sfidanti e avvincenti.

 

Come LEGO Certified Progessional, Riccardo ha avuto modo di realizzare richieste di diversa natura. Creare un progetto su misura non è un’esperienza semplice e richiede alcuni passaggi fondamentali

 

Riccardo ZangelmiSi parte dalla richiesta, vengono sviluppate 3 idee creative, una volta deciso quale progetto sviluppare, si inizia a costruire…

 

Inevitabile immaginare quanto mattoncini LEGO sono stati maneggiati da Riccardo durante la sua carriera. Per un appassionato questo numero è un sogno, ma per Riccardo si tratta di una quantità bene precisa…

 

Riccardo ZangelmiTanti da poterci riempire un container