Libri e Fumetti

Spider-Man: Un nuovo universo, un volume unico per la storia che ha ispirato il film!


Spider-Man: Un nuovo universo
Genere
Fumetto
Formato
Cartonato 17x26
Autore
Dan Slott, Humberto Ramos, Giuseppe Camuncoli, Olivier Coipel, AA.VV.
Editore
Panini Comics

In concomitanza dell’arrivo in sala di Spider-Man: Un nuovo universo (film che, per altro, abbiamo profondamente amato), Panini Comics ha ben pensato di portare in libreria, in un formato semplice ma lussuoso, quella che è stata la saga che ha fatto da spunto alla trama del film, ovvero l’apprezzata, e per certi versi sconquassante, “Ragnoverso”, comparsa originariamente agli inizi del 2015 sulle pagine della testata The Amazing Spider-Man (dal numero 623 al 633), vantando per altro anche il contributo del talento del nostro Giuseppe Camuncoli.

Ragnoverso partiva da un’idea semplice e potenzialmente molto affascinante: che cosa succederebbe se si creasse una storia canonica in cui confluiscano gli Spider-Man di tutti gli universi noti (più qualche new entry)? Cosa volete che succeda, è semplicemente il caos!

La trama mette al centro della vicenda Silk (Cindy Moon) che, in modo del tutto involontario, ha liberato per New York il vampiro psichico Morlun, personaggio creato da J. Michael Straczynski e John Romita Jr. nel corso della lunga run ragnesca inaugurata dal primo, che portò, come forse ricorderete, un sottesto fortemente simbolico nelle storie del ragno. Morlun, che all’epoca era fissato con la questione dei ragno-totem (ereditati dalla concezione che Spider-Man sia una sorta di emissario sulla Terra del dio ragno Anansi. Eh…) torna quindi dal Limbo, piano dimensionale nel quale era stato esiliato.

ragnoverso

Conscio però di non poter battere il Peter Parker di Terra-616 (quella canonica nel caso i cui siate neofiti), il villain si diresse in altre dimensioni, dando la caccia a chiunque avesse i poteri del ragno, e facendo sparire dalla circolazione anche alcuni Spidey non particolarmente amati e di cui, credeteci, non sentiremo la mancanza. Senza voler andare oltre onde evitare spoiler, vi basti sapere che i viaggi dimensionali di Molrun portarono alla formazione di un vero e proprio esercito di Uomini Ragno, riuniti nello scopo di fermare il villain e di impedirgli di attuare il solito mega piano malvagio a discapito del multiverso. E questo è quanto.

Banale? Forse un po’, eppure un grande pregio della saga Ragnoverso è certamente quello di avere un ritmo, e soprattutto un piglio tali, da tenere incollato il lettore per praticamente tutta la vicenda, complice, è ovvio, la curiosità che si crea nello scoprire, o riscoprire, alcune delle versioni alternative di Spidey, tirate fuori in quasi 60 anni di storie.

ragnoverso

La cosa godibile è che nonostante il marasma di personaggi e situazioni, la sempre utile tecnica della divisione di una squadra in piccoli gruppi ha dipanato le avventure dei Ragni nel modo più corretto e fruibile possibile, rendendo le piccole sottotrame sempre accessibili e, soprattutto, comprensibili, creando per altro un mix molto intrigante di azione, umorismo, botte da orbi e risvolti narrativi ad uso e consumo della caratterizzazione di alcuni membri del cast, che per altro ha avuto il pregio di lanciare alcuni dei più popolari Spider-Man mai apparsi in versione “one shot”, come è il caso di Hobart Brown, ovvero lo Spidey in versione punk-rock.

La lettura, insomma, è molto consigliata specie se si considera, come detto in apertura, che è da qui che sono partite le basi ideologiche per il lavoro sul film Un nuovo universo, che pur partendo da premesse completamente differenti, ha avuto il pregio, anche in quel caso, di riunire un gran numero di ragni, per altro infarcendo tutta la pellicola di continui riferimenti ai diversi Spidey mai apparsi nel corso del tempo, non ultimo quello di Insomniac.

ragnoverso

Per ciò che concerne questa riedizione, siamo dinanzi ad un volume abbastanza buono, che raccoglie tutte le storie, prequel compresi, in ordine cronologico, racchiudendo il tutto in una copertina cartonata. Quel che forse pesa è che data la riedizione, e soprattutto l’occasione, si poteva forse pretendere qualcosa in più dal punto di vista contenutistico. Del resto parliamo di un volume da 22 euro che raccoglie al proprio interno storie del 2015, ancora oggi reperibilissime. Pur chiaro che si tratta di un’operazione a uso e consumo di chi vorrà avvicinarsi al personaggio in conseguenza al film, arricchire comunque il tutto con qualche bozzetto o qualche schizzo preparatorio dedicato allo studio tecnico della saga non avrebbe guastato. Così com’è il volume propone invece, semplicemente, una raccolta delle storie, aggregate in un contenitore unico, lussuoso certo, ma non così scintillante.

Spider-Man: Un nuovo universo è ormai prossimo ad uscire in edizione blu-ray! Quale occasione migliore per accaparrarsi una delle due esclusive edizioni Amazon già in preorder? La prima offre una action figure in tiratura limitata, la seconda una steelbook con tanto di magnete!

Spider-Man: Un nuovo universo

In concomitanza dell’arrivo in sala di Spider-Man: Un nuovo universo, Panini Comics ha ben pensato di portare in libreria, in un formato semplice ma lussuoso, quella che è stata la saga che ha fatto da spunto alla trama del film, ovvero l’apprezzata, e per certi versi sconquassante, “Ragnoverso”.


Verdetto

Spider-Man: Un nuovo universo è un volume che, già solo per omonimia, sfrutta l'hype creatosi per il più recente film dedicato a Spidey cercando di attrarre a sé un nuovo “esercito” di lettori del Ragno, e lo fa scegliendo non solo una delle saghe dedicate a Spidey più recenti e popolari, ma anche quella che è stata poi la base ideologica per il film. Un'operazione che ha perfettamente senso per i nuovi lettori, ma praticamente alcuno stimolo per i vecchi fan e questo, ovviamente, è un gran peccato.

Pro

Storia divertente, è un marasma di Spider-Man, punto perfetto per cominciare a leggere Spidey dopo aver visto il film

Contro

Un volume per i nuovi lettori che non può accontentare i vecchi