Tom's Hardware Italia
Cinema e Serie TV

Raggi traenti

Pagina 7: Raggi traenti
Esopianeti, iperspazio, spade laser e molto altro: ecco come gli scienziati cercano di portare le tecnologie di Star Wars nel mondo reale.

La luce è indispensabile anche per replicare un'altra interessante tecnologia di Star Wars: il raggio traente. È un campo energetico invisibile che può afferrare, intrappolare e spostare gli oggetti. Fin dai primi anni del 2010, gli scienziati hanno creato laser con particolari fasci di intensità che permettono di attrarre e respingere particelle molto piccole.

star wars millennium falcon
Il Millennium Falcon in Star Wars Episode IV: A New Hope. Credit: Fair Use, Screengrab/Lucas Film

Lo scorso anno i ricercatori della Australian National University hanno superato la distanza record di un raggio traente usando un laser a forma di ciambella per trascinare cavi e sfere di vetro per un massimo di 20 centimetri, una distanza 100 volte superiore a quella degli esperimenti precedenti.

Leggi anche: Creato il raggio traente di Star Trek: non sposta navicelle

Un paio di mesi fa invece un gruppo di scienziati dell'Università di Bristol ha mostrato come il suono possa competere con la luce in quanto fonte per i futuri raggi traenti, e una ricerca simile è in corso in Spagna.

I ricercatori hanno utilizzato una sequenza temporizzata di onde sonore emessa da una serie di piccoli altoparlanti per creare una zona di bassa pressione che contrasta efficacemente la gravità, e facendo levitare a mezz'aria minuscole palline di polistirolo. Le sfere potevano anche essere spinte e tirare utilizzando solo le onde sonore.