Schede Grafiche

AMD, hacker sottrae informazioni sulle nuove IP grafiche e minaccia di metterle online

AMD è stata derubata. A dicembre 2019, la società è stata contattata da un ignoto in possesso di file relativi ai test delle nuove GPU Radeon Navi 2x. L’hacker ha pubblicato i file in questione in una cartella su GitHub chiamata “AMD-navi-GPU-HARDWARE-SOURCE”. Questi file contenevano codici di driver o firmware relativi a Navi 10, Navi 21 e Arden, nome in codice per la GPU delle console next-gen.

Non appena scoperto l’accaduto, il Team Red ha prontamente contattato gli amministratori del portale e tramite un reclamo ai sensi del Digital Millennium Copyright Act (DMCA), ha fatto rimuovere la cartella incriminata.

Il Team Red ha affermato che la violazione non modificherà la sua roadmap e che sta collaborando con le forze dell’ordine per identificare il criminale. AMD ritiene che l’hacker non possieda altre IP, inoltre la violazione non rappresenta una minaccia per la sicurezza dei suoi clienti. Qui sotto vi riportiamo la dichiarazione di un portavoce dell’azienda:

“In AMD la sicurezza e la protezione delle nostre proprietà intellettuale sono una priorità. Nel dicembre 2019 siamo stati contattati da qualcuno che affermava di avere tra le mani alcuni file, relativi a un numero ristretto dei nostri prodotti grafici attuali e futuri. Alcuni di questi file sono stati messi online, ma successivamente sono stati rimossi. Sebbene siamo coscienti del fatto che questo individuo è in possesso di altro materiale non ancora pubblicato, crediamo che le IP rubate non siano fondamentali per la sicurezza o la competitività dei nostri prodotti grafici. Non siamo a conoscenza di altre proprietà intellettuali di AMD in possesso di questo individuo. Stiamo lavorando a stretto contatto con le forze dell’ordine e altri esperti che stanno effettuando delle indagini”.

A quanto pare, Torrent Freak è riuscito a mettersi in contatto col misterioso hacker, che ha dichiarato quanto segue: “Nel novembre 2019, ho trovato i codici sorgente hardware delle GPU AMD Navi in un server non protetto, attraverso alcuni exploit. In seguito ho scoperto i file al suo interno. Non erano nemmeno protetti in modo adeguato o crittografati, il che è triste. Valuto il prezzo di queste informazioni 100 milioni di dollari e se non dovessi trovare alcun acquirente, mi limiterò a pubblicarle online”.

Cercate dei banchi RAM con un ottimo rapporto qualità-prezzo? Date un’occhiata a queste Crucial Ballistix Sport.