Tom's Hardware Italia
Schede Grafiche

Radeon RX 5700 XT e RX 5700, il nuovo inizio delle GPU AMD

AMD ha annunciato la Radeon RX 5700 XT e la Radeon RX 5700, schede video della famiglia Navi basate su architettura RDNA. Ecco le specifiche tecniche.

Dopo aver annunciato l’architettura RDNA e la Radeon RX 5000 al Computex 2019, AMD è entrata maggiormente nei dettagli e ha svelato non una ma ben due schede video appartenenti alla famiglia Navi, la Radeon RX 5700 XT e la Radeon RX 5700

Si tratta di due schede video che puntano a far giocare bene in 1440p (la XT con dettagli tutti attivi, l’altra con qualche compromesso), e che vanno in diretta concorrenza con le GeForce RTX 2060 e 2070 di Nvidia.

A bordo di entrambe le nuove Radeon troviamo una GPU Navi 10, prodotta a 7 nanometri, che occupa un’area di 251 mm2 (10,3 miliardi di transistor), decisamente inferiore ai 495 mm2 della GPU Vega 10 a bordo della RX Vega 64 (14 nanometri).

Le schede condividono alcuni elementi fondamentali alla base di Radeon DNA: PCI Express 4.0, un nuovo progetto per le Compute Unit, una rinnovata gerarchi multi-livello per la cache e una pipeline semplificata, tutti aspetti che potete approfondire in questo articolo dedicato.

La Radeon RX 5700 XT si presenta con 40 Compute Unit, per un totale di 2560 stream processor (64 x 40) e una potenza di calcolo fino a 9,75 Tflops con calcoli FP32. Vi sono poi 8 GB di memoria GDDR6 e frequenze della GPU così descritte: 1605 MHz di base, 1755 MHz in Game e 1905 MHz in Boost. Il TBP (typical board power) di questa scheda è pari a 225 watt.

La frequenza Game, o Game Clock, non è altro che la frequenza a cui dovrebbe lavorare la scheda video in presenza di un carico di lavoro tipico, come appunto quello dei videogiochi, dove il range di clock può variare da una scena all’altra.

Il modello minore Radeon RX 5700 ha invece 36 Compute Unit attive, per un totale di 2304 stream processor. Di conseguenza la scheda garantisce una potenza di calcolo FP32 pari a 7,95 TFLOPs. Ritroviamo nuovamente 8 GB di memoria GDDR6, mentre le frequenze operative sono più basse: 1465 MHz di base, 1625 MHz in Game e 1725 MHz in Boost. Il TBP è pari a 180 watt.

Su entrambe la memoria GDDR6 è impostata a 14 Gbps, mentre il bus è pari a 256 bit, per un bandwidth di 448 GB/s, superiore a quello della RX Vega 56 (410 GB/s), ma inferiore ai 483 GB/s della RX Vega 64. Altre caratteristiche in comune sono le 64 ROPs, mentre le unità texture sono 160 sulla RX 5700 XT e 144 sulla RX 5700.

Sul fronte delle uscite video, da notare le tre DisplayPort 1.4 con DSC (Display Stream Compression 1.2a) e l’uscita HDMI 2.0b. Se qualcuno se lo stesse domandando, non c’è l’USB C: al momento AMD non sembra credere nel decollo della realtà virtuale. In conseguenza di queste uscite video le schede possono gestire schermi 4K a 240 Hz, 4K HDR a 120 Hz oppure un 8K HDR a 60 Hz.

Obiettivo di AMD con queste nuove schede è portare quei 7 giocatori su 10 che ancora usano schede video vecchie di tre anni a fare il grande passo, puntando su una delle due nuove proposte per giocare alla grande in Full HD oppure in 1440p.

Che si tratti di giochi tripla A oppure di eSports, AMD pensa che le due nuove proposte abbiano le carte in regola per eccellere in ogni scenario. Come vedete dalle slide più sotto, la casa di Sunnyvale si dichiara certa che le proprie proposta possano battere le due soluzioni concorrenti di Nvidia in gran parte dei giochi, con qualsiasi API e impostazione. Una dichiarazione che verificheremo in sede di prova.

Per quanto riguarda il sistema di raffreddamento, AMD si è affidata nuovamente a una soluzione “blower”, con una singola ventola e una copertura che espelle l’aria calda prodotta totalmente dalle feritoie posteriori.

Copertura e backplate sono in lega di alluminio. La copertura ha un design ottimizzato per garantire un buon flusso d’aria e una rumorosità contenuta, anche se la piccola rientranza che vedete sulla 5700 XT è solo di carattere estetico.

La RX 5700 XT è dotata di un sistema di alimentazione digitale a 7 fasi (6 sulla RX 5700), che AMD afferma essere “overclocking ready”, ossia pronto per l’overclock. A completare il tutto troviamo due connettori di alimentazione, uno a 8 pin e uno a 6 pin.

Radeon RX 5700 XT e 5700 saranno disponibili dal 7 luglio a un prezzo rispettivamente di 449 dollari e 379 dollari (si tratta di prezzi esentasse). La RTX 2060 ha un MSRP negli Stati Uniti di 349 dollari, mentre la RTX 2070 è fissata a 499 dollari per le versioni dei partner Nvidia e 599 dollari per le Founders Edition.

Da sottolineare che chi acquisterà una scheda della serie Radeon RX 5700 avrà diritto a tre mesi di Xbox Game Pass PC in omaggio.

Infine, c’è anche una terza scheda video, un’edizione dorata della Radeon RX 5700 XT in omaggio ai 50 anni di AMD, che si distingue per le frequenze di lavoro più alte rispetto al modello classico: si parla di 1680 MHz di base, 1830 MHz per quanto riguarda il Game Clock e 1980 MHz in Boost. Sarà disponibile solo sul sito dell’azienda a 499 dollari.