Storage

Arrivano le memorie ibride NVDIMM: gli slot per la RAM fanno spazio agli SSD

Gli SSD tradizionalmente si collegano alle porte SATA, agli slot M.2 oppure direttamente in uno slot PCI Express. In futuro però potremmo metterli anche negli slot di memoria RAM. Il JEDEC, l'organismo che stabilisce gli standard nel settore microelettronico, ha fissato le prime linee guida per la creazione dei cosiddetti "NVDIMM Hybrid Memory Module".

ultradimm sandisk

Si tratta di moduli di memoria ibridi chiamati "Non Volatile DIMM" o appunto NVDIMM. Questi prodotti s'inseriscono direttamente agli slot DDR4, accanto alle RAM. A differenza dei tradizionali moduli DRAM un prodotto NVDIMM è in grado di mantenere i dati archiviati anche in assenza di energia.

Il JEDEC sta standardizzando due tipi di queste memorie: NVDIMM-N che combina chip NAND Flash e DRAM su un modulo per preservare i dati nel caso d'interruzioni di energia o altri problemi e NVDIMM-F, un modulo interamente basato su memoria NAND Flash che si comporta proprio come un SSD.

SanDisk Extreme PRO da 480 GB SanDisk Extreme PRO da 480 GB

Diverse aziende attualmente sono impegnate nella produzione di NVDIMM, ma gli annunci ufficiali dovrebbero arrivare nei prossimi mesi. Tra i pionieri delle NVDIMM c'è SanDisk, che dall'anno scorso offre le ULLtraDIMM. Anche Micron è al lavoro da diverso tempo sulle NVDIMM. Questi prodotti sono destinati al settore enterprise, ma non è da escludere che un giorno possano trovare spazio anche in ambito consumer.