Periferiche di Rete

Cavi Lightning pirata funzionanti come quelli originali

Il sistema di protezione Apple dei cavi Lightning è stato definitivamente aggirato, almeno secondo la cinese iPhone5mod. Com'è risaputo il nuovo standard vanta un chip di controllo che dovrebbe consentire una procedura di autenticazione volta a bloccare l'operatività dei prodotti non certificati.

Lo scorso autunno iPhone5mod ha messo in commercio un dock con connettore Lightning alternativo ai prodotti Apple, senza aver ottenuto il permesso ufficiale dell'azienda californiana. Se ai tempi si parlava di una partita di chip originali "fuori bolla", adesso ormai pare essere confermata la disponibilità di chip con crack.

Lightning

Sebbene la Beta di iOS 7 sia in grado di individuare cavi o accessori Lightning pirata, pare che i prodotti della piccola azienda cinese continuino a funzionare senza problemi. L'unico fastidio forse si deve alla comparsa saltuaria di una finestra di dialogo che avverte dell'uso di un prodotto non certificato.

Insomma, lo sforzo di Apple sembrerebbe essere stato vano. Per comprendere la portata del problema basta ricordare che un cavo Lightning originale costa 19 dollari, mentre l'imitazione solo 6,90 dollari. Il dock Apple costa 29 dollari; il modello cinese 7,90 dollari.

Cyril Chang, fondatore di iPhone5mod, ha spiegato che l'unico modo per disabilitare i suoi prodotti sarebbe quello di rinnovare l'hardware di Lightning. Si sente così sicuro del suo operato che l'azienda è pronta a restituire il denaro speso per il suo dispositivi, nel caso non dovessero funzionare con la versione definitiva di iOS 7. Intanto Chang ha confermato che nulla è cambiato con iOS 7 Beta 2, rilasciato poche ore fa.