Tom's Hardware Italia
Software

Chrome Metro Style per navigare in Windows 8 con le dita

L'ultima versione dev di Google Chrome include la compatibilità con l'interfaccia Metro di Windows 8. Google gioca in anticipo sui tempi, e si propone come alternativa a Internet Explorer 10.

Google ha pubblicato una versione di Chrome compatibile con l'interfaccia Metro di Windows 8. Non si tratta di quella definiva, ma di quella pubblicata sul dev channel, cioè il canale dedicato agli sviluppatori; si tratta in altre parole di una beta.

Chi ha Windows 8 può provare la versione Metro Style scaricando la dev da qui e poi impostando Google Chrome come browser predefinito – l'unico modo per usarlo in Metro. Si potranno scoprire così alcune differenze rilevanti rispetto a Internet Explorer 10.

Chrome prende la Metro

La versione desktop è sostanzialmente la stessa che tutti conosciamo, ma quella Metro merita qualche attenzione in più. Una delle novità più evidenti è che Chrome è compatibile con Adobe Flash Player, quindi in teoria permette di vedere più contenuti rispetto a Internet Explorer 10.

In teoria e in pratica, perché usando Windows 8 con un tablet Samsung (Samsung Serie 7 Slate PC, il compromesso fra tablet e ultrabook) abbiamo rilevato che molti siti rilevano IE10 come un browser desktop e provano a servire Flash, il che rende impossibile la visualizzazione. Visitando gli stessi siti con iOS o Android invece si attiva l'interfaccia mobile e i video HTML5, se disponibili. Su Chrome funzionano anche i giochi Flash, ma ben pochi sono utilizzabili con le sole dita.

Si tratta tuttavia di un problema momentaneo, perché siamo certi che per l'uscita ufficiale di Windows 8 tutti o quasi i siti di video sapranno riconoscere lo user agent di Internet Explorer 10 e fornire i contenuti più adeguati.

Tra IE10 e Chrome Metro Style cambiano anche alcuni gesti, per esempio scorrendo dall'altro in basso il browser MS mostra la barra degli indirizzi, mentre Chrome va a schermo intero. Preferiamo Internet Explorer, perché lascia un po' più di spazio per i contenuti delle pagine web.

Chrome quindi mantiene anche in Metro Style l'interfaccia classica con i comandi sempre visibili, ma in compenso non ci sono gesti specifici per navigare; in teoria dovrebbe essere possibile creare estensioni per supplire a questa mancanza (ce ne sono già ma per il mouse), ed eventualmente ottenere anche più di quanto offra Internet Explorer.

###old1651###old

A prima vista ci sembra che Chrome Metro Style sia un po' meno fluido di IE10 nel gestire scorrimenti e (sopratutto) zoom; in linea di massima i due browser si comportano altrettanto bene, ma quello di Microsoft offre un'esperienza di navigazione più gradevole – almeno per ora.

Volendo trovare un aspetto che dia un vantaggio a Google Chrome è certamente la sincronia: basta accedere con il proprio account per ritrovare segnalibri, cronologia, password salvate ed estensioni installate. Una manna dal cielo per chi usa più di un computer.

Chiudiamo ricordando che abbiamo provato Chrome Metro Style usando esclusivamente le dita. Un'attività che con un tablet come il Samsung che abbiamo usato dovrebbe essere semplice e intuitiva, ma non è sempre così: sembra incredibile, ma in Windows 8 ci sono cose che non si possono fare se non si ha un mouse a disposizione, e altre che sono estremamente complesse, anche con l'interfaccia Metro. Speriamo che le cose migliorino da qui a ottobre, quando il sistema operativo sarà terminato.