Software

Gartner: Vista, l’ultimo Windows

Secondo Gartner, la più grande azienda di analisi dell'industri IT mondiale, il 2007 sarà l'anno del blogging. I blog raggiungeranno il numero di 100 milioni entro i primi sei mesi del 2007. Questa profezia è inclusa in una Top Ten delle tecnologie che prenderanno piede in futuro. A tal proposito vi anticipiamo che potrete scoprire la classifica di Gartner in diversi articoli nelle prossimamente nella nostra area business.

Gartner ha anche avuto modo di dichiarare che Windows Vista sarà l'ultimo Windows. Calma pinguini, non gioite troppo presto, con ultimo Windows si indica il sistema operativo come noi tutto lo conosciamo.

Già in un precedente Expo – il Gartner Symposium/ITxpo di Cannes – l'azienda di analisi aveva parlato di Windows Vista come l'ultima major release del sistema operativo Microsoft.

In quell'occasione, in cui c'eravamo anche noi, Gartner ha dichiarato che nel 2010 Microsoft lancerà un nuovo sistema operativo basato su un'architettura modulare. L'attuale architettura integrata di Windows, fino a Vista compreso, è diventata insostenibile. Il sistema operativo è un agglomerato sempre più complesso e ricco di funzionalità e quindi, allo stesso tempo, di potenziali rischi di sicurezza e di bug.

Gartner ritiene che quasi certamente il nuovo Windows sarà modulare e sfrutterà le tecnologie di virtualizzazione che, nel frattempo, saranno largamente disponibili grazie ai nuovi processori e chipset che si andranno affermando.

Il successore di Vista potrebbe essere installato su diverse partizioni virtuali, isolate una dall'altra. La partizione primaria potrebbe contenere le funzioni di gestione del sistema e di sicurezza. Separatamente da questa ci potrebbero essere una o più partizioni con le applicazioni e i dati dell'utente. Questo nuovo concetto potrebbe anche dare una svolta alla strategia di licensing di Microsoft. Questa potrebbe commercializzare, sempre secondo Gartner, un sistema operativo "base", consistente della tecnologia di virtualizzazione, della partizione "di servizio" e di una con le applicazioni base. Le applicazioni avanzate, come quelle per la produttività da ufficio, potrebbero essere poi disponibili in forma di abbonamenti personalizzabili e granulari.

Microsoft probabilmente introdurrà il concetto di sistema operativo "virtualizzato" e suddiviso su partizioni già entro il 2009, aggiungendo un hypervisor a Vista. Per hypervisor si intende il componente centrale e più importante di un sistema basato sulle macchine virtuali.

Articoli correlati:

Tutto su Windows Vista

Gartner Itxpo 2006: prospettive e visioni sull'ICT

Il settore IT riscopre il peso economico dell'ambiente

Il business IT deve ripartire dalle donne manager

Aziende: quando e come passare a Windows Vista