Storage

Hitachi sposa i 3 terabyte e li vuole su tutti i PC

Hitachi ha presentato tre hard disk da 3 terabyte. L’azienda ha raggiunto così Seagate e Western Digital nell’olimpo dei produttori di dischi più capienti.

L’offerta dell’azienda giapponese comprende due hard disk interni da 3,5 pollici e una soluzione esterna. Hitachi non ha dichiarato quanti piatti ha usato per raggiungere questo traguardo, ma si suppone che i dischi ne contengano cinque da 600 GB.

Il Deskstar 7K3000 (7200 RPM) è un hard disk dotato di interfaccia SATA 6 Gbps, 64 MB di cache e raggiunge un throughput dati di 207 MB/s. La rumorosità massima è di 29 dB, mentre il consumo in idle si attesta a 6,8 watt. Questa soluzione è disponibile anche in versioni di 1,5 e 2 terabyte. Per il modello da 3 terabyte si parla di un prezzo di circa 250 dollari.

Deskstar 7K3000

Il Deskstar 5K3000 integra la tecnologia Coolspin, che dovrebbe consentirgli di contenere i consumi lavorando a 5400 RPM. È disponibile, oltre che in versione da 3 TB, nei modelli da 2 e 1 terabyte. Anche questo prodotto è dotato di interfaccia SATA 6 Gbps, ma ha una cache di 32 MB. L’hard disk raggiunge un throughput di 170 MB/s, consuma 4,8 watt in idle di media e ha una rumorosità massima di 25 dB. È disponibile in “tagli” da 1,5, 2 e ovviamente 3 terabyte.

Deskstar 5K3000

Infine c’è l’Hitachi XL Desk, una soluzione esterna con porta USB 2.0 disponibile in versioni da 1, 2 e 3 terabyte vendute rispettivamente a 100, 170 e 250 dollari.

La famiglia Hitachi Deskstar 7K3000 è già in distribuzione presso i principali OEM e distributori. Le versioni da 1,5 e 2 terabyte del Deskstar 5K3000 sono già disponibili, mentre quella da 3 TB arriverà nel corso del prossimo trimestre.

Ricordiamo che supportare 3 Terabyte, se siete sprovvisti di un computer dotato di UEFI, richiede delle accortezze, altrimenti potrete usare un massimo di circa 2,2 terabyte. Per questo motivo Hitachi include con questi prodotti un software per Windows, Mac OS X e Linux che consente a questi sistemi operativi di sfruttare correttamente i 3 TB.