Storage

Il futuro delle memorie Flash

Pagina 1: Il futuro delle memorie Flash


Il futuro delle Flash

Quale Futuro Per Flash?

È giunto il momento in cui non possiamo più vivere senza usare memorie Flash nel nostro quotidiano lavoro IT. Ci sono pochi segmenti in cui l’ormai sedicenne tecnologia non si sia diffusa, e ogni volta che abbiamo bisogno di soluzioni compatte, non volatili, ricadiamo sulle Flash. Queste riguardano innanzitutto le fotocamere digitali e i cellulari; recentemente anche le sempre più popolari chiavette USB portatili. Le capacità di queste schede di memoria sono aumentate incredibilmente superando il limite del GigaByte. Oggi è possibile comprare schede Flash con dimensioni fino a 8 GB a meno di 1000€.

I più grandi produttori (Samsung, Toshiba, Spansion (AMD/Fujitsu), Intel e ST Microelectronics) amano la stabilità di questo business che porta sempre più lauti guadagni di trimestre in trimestre. Nonostante la tecnologia Flash sia ormai matura, l’industria avanza in un mercato che è ancora in perenne fase di sviluppo, con produzioni e volumi di affari che nessuno può realmente prevedere.

Malgrado ciò, sviluppatori e costruttori stanno iniziando a discutere, in toni molto chiari, sul bisogno di trovare un degno successore delle memorie Flash. Alimentando il fuoco della speculazione diciamo che, mentre le richieste del mercato destinatario di questa tecnologia sono a oggi soddisfatte, non sarà così per sempre. La pressione per rispondere a richieste di memorie sempre più veloci aumenta di giorno in giorno, grazie anche al rapido sviluppo tecnico delle periferiche e alla conseguente maggiore richiesta di velocità e capacità per modulo.

L’opinione che si sta diffondendo è che la tecnologia Flash sarà presto solamente "sufficiente", e nel periodo a medio termine dovrà essere sostituita. Almeno questa è la filosofia dell’industria. I possibili punti deboli delle memorie Flash sono un naturale limite di scalabilità (ogni ulteriore riduzione di dimensioni delle cellule non porterebbe alcun guadagno) e la velocità di scrittura troppo bassa.

Diamo un’occhiata allo stato dello sviluppo delle più promettenti tecnologie – RAM magneto-resistive (MRAM), ovonics unified memory (OUM) e nanocristalli – e facciamo una previsione di quello che potrebbe essere il futuro delle memorie da domani sino alla fine del decennio.