Storage

Conclusioni

Pagina 9: Conclusioni

Conclusioni

Per quanto riguarda applicazioni per casa e piccoli uffici, Iomega ha portato a termine la propria missione. Il REV combina in un solo prodotto i vantaggi di un hard drive classico (alte prestazioni e accesso diretto) a quelli di una soluzione streamer (cambio facile dei dischi). Le specifiche tecniche fornite dal produttore hanno avuto riscontri effettivi. Inoltre, il software Automatic Backup Pro a corredo si è dimostrato potente e facile da usare.

Grazie all’interfaccia USB 2.0 il REV si può usare immediatamente su quasi tutti i computer con Windows. Sfortunatamente per poter scrivere e cancellare dati bisogna installare il driver, cosa spesso impossibile per gli impiegati di grosse aziende – vedi politiche di restrizione degli accessi ecc…

La maneggevolezza è buona e il prezzo accattivante: con circa 350 euro vi portate a casa la periferica e un disco, ossia una completa soluzione di backup.

Non possiamo che criticare l’alto costo dei dischi, sui 60 euro. Se inoltre dovessimo confrontare il rapporto tra prezzo e capacità con quello degli hard disk, il REV perderebbe senza speranze. Anche se un confronto di questo tipo è inappropriato, è esattamente la prima cosa che viene in mente all’utente medio.

D’altro canto, un amministratore di sistemi è principalmente interessato alle funzionalità del prodotto, siccome lo scopo spesso giustifica i prezzi ancora molto alti. La mancanza di una compressione hardware e il conseguente elevato carico del processore, riducono leggermente le speranze del REV di classificarsi come prodotto professionale. Questo è però compensato in parte dal supporto software che Iomega è stata in grado di guadagnarsi.

La clientela potenziale del REV è quindi composta da esigenti power user, lavoratori in proprio e piccole aziende che, soprattutto, vogliono una soluzione di backup pratica. In futuro gradiremmo che il prezzo dei dischi si assestasse sui 40 euro e che ci fosse qualche variante di modello. Il REV, nella sua forma attuale, può incontrare le esigenze di quasi tutti gli utenti, mentre un eventuale “REV Pro” con compressione hardware potrebbe soddisfare i clienti professionali.
Rimane da vedere se questo sarà già possibile con la versione SCSI.