Tom's Hardware Italia
Schede madre

Kingston sviluppa tester per memorie server

Kingston Technology Company ha annunciato un'innovazione tecnologica sfociata nello sviluppo del tester KT2400: una piattaforma di test di tipo proprietario, in attesa di brevetto, progettata per rilevare gli errori ai primi stadi (ELF, early-life failure) dei moduli di memoria, che porta la quality assurance delle memorie server a un nuovo livello di eccellenza. La memoria […]

Kingston Technology Company ha annunciato un'innovazione tecnologica sfociata nello sviluppo del tester KT2400: una piattaforma di test di tipo proprietario, in attesa di brevetto, progettata per rilevare gli errori ai primi stadi (ELF, early-life failure) dei moduli di memoria, che porta la quality assurance delle memorie server a un nuovo livello di eccellenza.

La memoria svolge un ruolo critico nelle prestazioni dei server, le cui interruzioni possono costare milioni alle aziende. "Lo sviluppo dei nostri KT2400 Dynamic Burn-In Tester consente di sottoporre i moduli a una serie di test estremamente rigorosi che, simulando gli ambienti server più esigenti, permette di eliminare i moduli inaffidabili già nelle prime fasi", ha dichiarato il Dr. Ramon Co, vicepresidente Worldwide Test Engineering di Kingston. "Kingston può continuare a mantenere una posizione d'avanguardia in materia di qualità e affidabilità delle memorie server", ha continuato Co.

Il tipo più ricorrente di errore della memoria è quello definito ELF ( Early-Life Failure ), che si verifica quando i componenti elettronici di un modulo cessano di funzionare nei primi tre mesi di normale attività operativa. Gli errori al di fuori del periodo ELF sono rari. Nella loro costante ricerca della qualità delle memorie, i tecnici Kingston hanno realizzato un processo di test di sollecitazione che simula il periodo ELF e consente di eliminare i moduli inaffidabili prima che lascino lo stabilimento di produzione.

Risultati dei test di sollecitazione con KT2400

Utilizzando schede di test appositamente progettate, denominate Advanced Pattern Testing Controller, ogni tester KT2400 è in grado di valutare fino a 500 moduli simultaneamente. Durante il processo di test i moduli server vengono sottoposti a condizioni di calore, sollecitazione e tensione elettrica elevate, mentre tutte le celle di memoria vengono continuamente stimolate, simulando l'invecchiamento dei moduli di almeno tre mesi.

Dopo che i tecnici Kingston hanno sviluppato la piattaforma di test KT2400, i tester sono passati a un periodo di prova di sei mesi, durante il quale hanno eseguito test di tutte le memorie server di Kingston. Dalla compilazione e da un'attenta analisi dei dati è emerso che l'utilizzo dei tester KT2400 riduce del 90% gli errori di tipo ELF, andando ben oltre le aspettative, e ciò rappresenta un miglioramento significativo per una linea di produzione che è già considerata al top della categoria. "I tester KT2400 Burn-In costituiscono un significativo passo avanti verso il massimo livello di affidabilità dei server, cioè la totale eliminazione delle inattività", ha aggiunto Co.

Ulteriori informazioni sui tester KT2400 sono disponibili sul sito Web Kingston all'indirizzo https://media.kingston.com/images/usb/pdf/Server_Burn-in.pdf.