Software

Lo Store di Windows 11 apre le porte agli app store di terze parti

Microsoft sta allentando i criteri del suo app store per Windows e il marketplace riprogettato soddisferà maggiormente le esigenze di clienti e sviluppatori. Con Windows 11, infatti, Microsoft ha aperto il suo store agli sviluppatori utilizzando diversi tipi di framework e tecnologie di packaging. In vista del lancio di Windows 11 il 5 ottobre, come riporta BleepingComputer, l’azienda ha confermato che il suo nuovo Microsoft Store – che sarà disponibile anche su Windows 10 nei prossimi mesi – supporterà anche app store di terze parti come Amazon AppStore ed Epic Store.

“Oggi condividiamo che Amazon ed Epic Games porteranno le loro app storefront su Microsoft Store nei prossimi mesi e non vediamo l’ora di accogliere anche altri store in futuro”, ha affermato Microsoft.

Presumibilmente, sarete in grado di esplorare i contenuti di Epic Games e Amazon nel Microsoft Store, ma dovrete creare un account per Epic o Amazon per scaricare le loro app/giochi.

Photo credits: Microsoft

Ad esempio, se desiderate scaricare le app Android da Amazon Store, dovrete scaricare Amazon Store da Microsoft Store e accedere utilizzando il vostro ID Amazon. Per chi non lo sapesse, l’integrazione delle app Android di Windows 11 sarà supportata dal Sottosistema Windows per Android, che verrà gestito tramite Microsoft Store e Windows Update.

Con l’arrivo di Windows 11, Microsoft vuole anche assicurarsi che i termini commerciali siano equi e contribuire a promuovere l’innovazione. Di conseguenza, gli sviluppatori possono anche gestire il proprio metodo di pagamento in-app ed evitare di condividere le entrate con Microsoft. Questo fa parte dell’approccio dell’azienda “Store aperto per una piattaforma aperta”, ha affermato Microsoft.

Inoltre, Microsoft ha confermato che app come il browser Opera e Discord sono ora disponibili nello Store. “Una prima ondata di nuove app desktop che potete provare oggi include piattaforme di comunicazione come Discord, Zoom Cloud Meetings e KakaoTalk e strumenti incentrati sulla creatività come Luminar AI, Music Maker e VLC. Sono inoltre disponibili per il download applicazioni per la produttività, come TeamViewer, Adobe Acrobat Reader DC e LibreOffice, ma anche nuove aggiunte dall’interno di Microsoft, come Microsoft PowerToys, Visual Studio Code e Visual Studio Community.”