Computer Portatili

MSI non venderà i notebook gaming a Lenovo, minaccia denunce

MSI ha ufficialmente e categoricamente smentito le voci che la volevano in contrattazione con Lenovo per la cessione della divisione di notebook gaming. L'indiscrezione era circolata qualche giorno fa, quando il Digitimes faceva riferimento alle sue fonti nella catena di produzione per affermare che la trattativa era in corso.

MSI gaming notebook

Pur avendo espresso dubbi sull'affidabilità della fonte, avevamo riconosciuto che a ben vedere sulla carta entrambe le parti potevano avere dei potenziali interessi verso questa ipotesi – più da parte di Lenovo che di MSI.

Leggi anche: Lenovo pronta ad acquisire i notebook gaming di MSI?

La notizia ha fatto il giro del globo e persino qualcuno di Lenovo ha messo nei preferiti di Twitter il cinguettio che la riportava. Qualsiasi idea però è stata spazzata via da una dichiarazione ufficiale senza mezzi termini del presidente di MSI Andy Tung: "per quanto riguarda le voci che circolano sull'acquisizione Lenovo e MSI, MSI non è in trattativa con Lenovo per vendere il business notebook MSI Gaming". E per fugare ogni dubbio Tung ha aggiunto che l'azienda "sta cercando la fonte di queste false informazioni e si riserva il diritto di intraprendere qualsiasi azione legale".

Fine della storia: MSI continuerà a produrre notebook a marchio proprio. Resta aperta la domanda su Lenovo: è davvero alla ricerca di un'acquisizione per rafforzare la sua presenza nel settore gaming? Il produttore è celebre per offrire un buon rapporto qualità prezzo, ma i suoi notebook gaming non hanno fra i giocatori la stessa reputazione di cui beneficiano Dell con gli Alienware e Asus con i ROG. In Lenovo tutti hanno la bocca cucita.