Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
Schede Grafiche

Radeon RX 590, le proposte di Sapphire, Asus, XFX e PowerColor

La scorsa settimana AMD ha introdotto la Radeon RX 590 e sono stati diversi i partner che hanno risposto “presente” portando sul mercato la propria interpretazione del progetto. Un compito non molto complesso, come abbiamo visto nella recensione, date le differenze non troppo marcate con la Radeon RX 580. La selezione non è nutrita e ancora meno sono le schede presenti in Italia. Stranamente mancano all’appello produttori come MSI e Gigabyte, che evidentemente non ritengono necessario puntare sulla RX 590 oppure sono semplicemente in ritardo nel mettere a punto la loro proposta.

Sapphire Nitro+ Radeon RX 590 8GB Special Edition

Sapphire ha portato sul mercato il modello Nitro+ Radeon RX 590 8GB Special Edition. La scheda è stata dotata di un sistema raffreddamento a doppia ventola (con doppio cuscinetto a sfera) soprannominato Sapphire Dual-X, composto da un radiatore in alluminio, quattro heatpipe in rame (due da 8 mm e due da 6 mm) e una pasta termica che secondo l’azienda permette un più rapido smaltimento del calore rispetto alla concorrenza.

Sapphire afferma che il sistema Dual-X è in grado di garantire alte prestazioni e bassa rumorosità, ma ancora non abbiamo avuto modo di verificare questa affermazione. Non manca un backplate nella parte posteriore per conferire rigidità e migliorare il look complessivo.

Gli utenti possono rimuovere temporaneamente le ventole per pulirle grazie al sistema Quick Connect di Sapphire. Le due ventole sono semitrasparenti e, insieme al logo Sapphire su fianco, possono illuminarsi di differenti colori, anche in base alla temperatura della scheda – questa funzione può essere controllata con il software TriXX.

Per quanto riguarda la frequenza della GPU Polaris 30 a 12 nanometri, il produttore si è spinto oltre le specifiche di riferimento di AMD, pari a 1469/1545 MHz, portando la frequenza di boost fino a 1560 MHz. Sapphire ha overcloccato di fabbrica anche gli 8 GB di memoria GDDR5 a 8,4 GHz.

La scheda è accompagnata da un connettore di alimentazione a 8 pin e uno a 6 pin e offre il dual BIOS. Il primo BIOS è quello con l’overclock di default, il secondo punta invece sulla silenziosità, abbassando le frequenze alla specifica di riferimento e quindi portando le ventole a girare a minore velocità. La Nitro+ SE è equipaggiata con una DL-DVI-D, due HDMI 2.0b e due DisplayPort 1.4. La scheda è già disponibile su Eprice.

Asus ROG Strix Radeon RX 590

La Radeon RX 590 sancisce il ritorno del marchio ROG Strix anche sulle schede video AMD di casa Asus, dopo la repentina creazione e altrettanto rapida morte del marchio Arez, creato per rispondere all’istituzione da parte di Nvidia del GeForce Partner Program (GPP). Il GPP è poi stato cancellato da Nvidia per le molte polemiche suscitate.

Per questa scheda Asus ha scelto un dissipatore con tre ventole Wing-blade e tecnologia MaxContact per assicurare un contatto maggiore con la GPU per migliorare il trasferimento del calore. Anche in questo caso ritroviamo un backplate e ovviamente non manca l’illuminazione RGB Aura Sync. La scheda figura tra le sue caratteristiche anche Asus FanConnect II, ossia due connettori a 4 pin ibridi che permettono di pilotare le ventole del case e di un radiatore della CPU in base alla temperatura della scheda video.

La Asus ROG Strix Radeon RX 590 ha una GPU che funziona a 1565 MHz (OC Mode) oppure 1545 MHz (Gaming Mode). La memoria è invece a 8000 MHz, come da specifica AMD. Per quanto concerne le uscite video posteriori, anche qui sono formate da una DL-DVI-D, due HDMI 2.0b e due DisplayPort 1.4.

XFX RX 590 Fatboy

La RX 590 Fatboy prende il nome dal sistema di raffreddamento del VRM, che l’azienda chiama Fatboy Unibody VRM Heatsink e offre il 50% di superficie dissipante in più rispetto alle soluzioni precedenti. Le ventole sono due, con alcune heatpipe in rame che facilitano lo smaltimento del calore. Non manca anche qui il backplate in alluminio.

La GPU è accompagnata da una frequenza overcloccata di fabbrica di 1580 MHz, mentre gli 8 GB di memoria GDDR5 sono a 8 GHz. L’alimentazione è assicurata da due connettori PCIe, uno a 8 e uno a 6 pin. La Fatboy è dotata anche di uno switch per il dual-BIOS, che consente di passare tra le modalità Performance e Quiet/Lower RPM. Le uscite video comprendono tre DisplayPort, una HDMI e una DL-DVI-D.

PowerColor Red Devil Radeon RX 590

Per chiudere ecco la PowerColor Red Devil Radeon RX 590 8GB, la scheda che vi abbiamo già mostrato nella nostra recensione. Si tratta di una scheda overcloccata di fabbrica, con una frequenza in GPU boost di 1576 MHz. La Red Devil è dotata di un sistema di raffreddamento composto da due ventole con doppio cuscinetto a sfera e un generoso radiatore in alluminio in cui convergono quattro heatpipe da 8 mm e una da 6 mm. Nella parte inferiore c’è un backplate da 1,5 mm che ha il compito di conferire rigidità alla scheda.

Il VRM ospita 6+1 fasi DrMos e per quanto concerne l’alimentazione abbiamo un connettore a 8 pin e uno a 6 pin. La tecnologia Mute Fan Technology impedisce alle ventole di girare se la temperatura è sotto i 60 °C. Sulla scheda c’è anche uno switch BIOS che permette di passare dalla modalità Silence a quella Performance. Per quanto riguarda le uscite video, ci sono tre DisplayPort, una HDMI e una DVI-D.