Case e PC Completi

Raspberry Pi, SSD ancora più veloci con Compute Module 4

Nella giornata di ieri vi avevamo parlato del lancio del nuovo Compute Module 4 di Raspberry, che permette anche l’utilizzo di periferiche PCIe. Lo Youtuber Jeff Geerling ha avuto modo di provare la scheda in anteprima, effettuando, tra gli altri, alcuni test di velocità con SSD NVMe.

Credit: Jeff Geerling
Compute Module 4

Geerling ha collegato un’unità SSD NVMe direttamente alla scheda I/O Compute Module 4 tramite un adattatore. Nei suoi test, ha scoperto che il Compute Module 4 offre l’accesso al disco più veloce di qualsiasi Raspberry Pi. Con un SSD Samsung 970 Evo collegato tramite PCIe, Geerling ha ottenuto velocità di lettura e scrittura 4K, rispettivamente, di 43,8 e 70,4 MB/s, notevolmente maggiori di quelle registrate dalla stessa unità collegata tramite USB 3.0. Tuttavia, le velocità di lettura/scrittura sequenziali complessive tra le due interfacce erano quasi identiche.

Quando si parla di test delle prestazioni SSD, Geerling afferma che «la capacità di utilizzare USB o NVMe distrugge le prestazioni delle schede eMMC e SD integrate». In seguito, prosegue affermando che «purtroppo non è possibile utilizzare NVMe come volume di avvio, almeno non ancora».

Se tutto questo parlare di interfacce PCIe vi ha fatto pensare «Posso collegare una GPU al Compute Module 4?», Geerling ha già esaminato questo aspetto anche trovando una scheda Zotac compatibile con lo slot PCIe Gen 2.

Spera di acquistare una scheda e testarla per un video futuro, ma non è ottimista sulla possibilità che ciò funzioni, in quanto dipenderà dipende dalla compatibilità con Linux. Tuttavia ci sono controller SATA, schede audio, adattatori Ethernet e persino interfacce legacy che saranno in grado di sfruttare lo slot PCIe.

Credit: Jeff Geerling
Compute Module 4

In una serie di test di benchmark Phoronix progettati per stressare la CPU, Geerling ha scoperto che il Compute Module 4 era circa due volte più veloce del precedente Compute Module 3+.

Ricordiamo che il dispositivo è disponibile in un massimo di 32 varianti, alcune delle quali sono dotate di archiviazione eMMC che ovviamente Geerling ha testato. Nelle sue prove, ha scoperto che l’eMMC a bordo era paragonabile ad una veloce scheda micro SD. Non raggiungerà le elevate velocità di NVMe, ma per la maggior parte degli utenti l’eMMC integrata sarà più che sufficiente.

Per maggiori dettagli, vi consigliamo di leggere la recensione completa di Geerling, oltre a vedere il suo video su YouTube.

Non fatevi scappare questa incredibile offerta: il kit LABISTS comprensivo di Raspberry Pi 4 Model B 4GB RAM, MicroSD da 32GB, alimentatore Tipo-C 5.1V 3A, ventola, cavo Micro HDMI, lettore di schede USB e case protettivo nero è disponibile su Amazon a prezzo scontato!