Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
Monitor

Recensione LG 38WK95C, UltraWide 21:9 IPS con HDR

LG 38WK95C

 

LG 38WK95C, monitor di fascia alta 21:9 con HDR e Freesync

512oNHrH9bL  SL1076


LG è da sempre attiva nel settore dei monitor Ultra-wide con fattore di forma 21:9, e il 38WK95C è il top di gamma della serie che, oltre ad una lieve rivisitazione del design, vede anche l'introduzione dello standard HDR10 in abbinamento con una diagonale da 38 pollici con display curvo, risoluzione 3840×1600 pixel e tecnologia AMD Freesync con HDR.

Un monitor di fascia alta dedicato non solo ai professionisti del settore grafico, ma soprattutto a chi fa del multitasking il suo cavallo di battaglia, grazie all'ampia area disponibile, senza rinunciare ai videogiochi.

Design e costruzione

Oltre allo stand e al monitor, nella confezione vengono inclusi un cavo HDMI, un cavo DisplayPort, uno USB C e l'alimentatore. Quest'ultimo ha dimensioni di 17,3 x 3,8 x 8 cm, dunque piuttosto voluminoso e pesante, aspetto che in alcune situazioni potrebbe essere un contro.

lg 38wk95c monitor ultrawide 05

La costruzione è eccellente e la base è solida, seppur apprezzavamo maggiormente il vecchio design di LG, più personale e meno spigoloso. Il supporto si installa senza alcuna attrezzatura aggiuntiva: sarà infatti sufficiente agganciarlo nell'apposita sede fino a sentire un click deciso. Eventualmente si può anche decidere di fissare l'LG 38WK95C su un supporto da scrivania o a parete, tramite attacco VESA 100×100.

lg 38wk95c monitor ultrawide 02

Lo stand permette poi la regolazione in altezza da un minimo di 10 cm, considerando la distanza tra la superficie di appoggio e il bordo inferiore dello schermo, a un massimo di 20 cm. Oltre a ciò si può anche regolare l'inclinazione, da -5° a +15°, ma non si può ruotare per un motivo piuttosto evidente: il monitor è lungo 89,7 cm, e la possibilità di poterlo posizionare in verticale avrebbe richiesto un ingombro maggiore dello stand. Viene integrata anche una clip che permette di gestire i cavi.

Leggi anche: Guida all'acquisto del monitor

Le cornici sono spesse solamente 11 millimetri e il perimetro è completamente pulito, fatta eccezione per l'ottimo joystick centrale che permette di interagire in maniera istantanea con i vari menù e opzioni disponibili.

Connettività e audio

La parte posteriore è completamente in plastica lucida bianca, e sulla destra sono collocati tutti i connettori: presenti 2 HDMI, una DisplayPort, due USB di tipo A, una USB di tipo C che permette la trasmissione di segnale video, oltre che la possibilità di alimentare dispositivi esterni fino a 60 Watt, e un'uscita audio da 3.5mm, oltre ovviamente all'ingresso per l'alimentazione.

lg 38wk95c monitor ultrawide 03

LG ha curato molto anche la parte audio, integrando due altoparlanti da 10 Watt ciascuno nella parte inferiore, con Bluetooth, grazie al quale potrete collegare il vostro smartphone o portatile e usufruire dell'audio in maniera completamente wireless. La qualità è molto buona, considerando che si tratta di altoparlanti integrati, e più che sufficiente per un ascolto casuale o per la visione di film e serie TV.

lg 38wk95c monitor ultrawide 36
lg 38wk95c monitor ultrawide 20

Oltrepassando la soglia del 50% del volume si inizia a percepire una lieve distorsione, soprattutto sulle frequenze più alte. I bassi sono invece sempre ben riprodotti con una buona profondità che si fa apprezzare anche con l'utilizzo con i videogiochi, dove passi ed esplosioni vengono ben accentuate grazie alla funzionalità Rich bass. Insomma, a meno che non abbiate esigenze specifiche di monitoring dell'audio, difficilmente si sentirà la necessità di fare un upgrade con altoparlanti esterni o una soundbar.

Caratteristiche tecniche e funzionalità

Il pannello di tipo IPS ha un rapporto di forma 21:9 con diagonale da 37,5 pollici e risoluzione 3840 x 1600 pixel, dunque leggermente superiore alla tradizionale WQHD che ritroviamo per esempio nel modello da 34 pollici, che si ferma a 3440 x 1440 pixel. Il raggio di curvatura è di 2300 mm, anche in questo caso più ampio rispetto ai consueti 1800 mm disponibili in altri monitor, ma bisogna tenere presente le dimensioni: 38 pollici si traducono infatti in un ingombro di 89,7 x 9,15 x 39,4 cm, che implicano una curvatura maggiore per poter soddisfare l'angolo visivo di chi guarda, di 178°.

lg 38wk95c monitor ultrawide 15

Il pannello a 10 bit (8 bit + FRC), ha una copertura dello spazio colore sRGB del 99 % ed è compatibile con AMD Freesync, con una frequenza di aggiornamento che varia da un minimo di 56 a un massimo di 75 Hz e con HDR10.

lg 38wk95c monitor ultrawide 08

Tramite il comodo joystick centrale, è possibile accedere all'OSD, attraverso il quale potremmo non solo andare a regolare le varie impostazioni relative all'immagine e al suono, ma anche andare a selezionare dei profili pre-impostati, che offrono comunque la possibilità di andare a regolare i vari settaggi per raggiungere la visione desiderata. Presente la modalità gaming, ma anche una modalità lettura che minimizza l'emissione di luce blu. La regolazione dei colori, oltre al classico RGB, può essere eseguita anche con una più precisa a sei colori, dove si potranno regolare tonalità e saturazione di rosso, verde, blu, ciano, magenta e giallo, un'opzione gradita ai professionisti.

Inoltre si può dividere lo schermo in modo da utilizzare due sorgenti (per esempio due portatili) contemporaneamente.

La luminosità massima è di 300 cd/m2 con un contrasto di 1000:1 (un po' basso, esattamente come nel modello precedente, 38UC99) e un tempo di risposta di 5 millisecondi.

Qualità dell'immagine

L'LG 38WK95C viene consegnato già calibrato di fabbrica, con un certificato che ne attesta la calibrazione. Sin dal primo utilizzo si rimane stupiti dalla fedeltà cromatica in qualsiasi contesto di utilizzo. Chi ha a che fare quotidianamente con l'editing fotografico o video o con la grafica, non potrà che rimanere soddisfatto dai risultati raggiunti.

lg 38wk95c monitor ultrawide 14
In qualsiasi contesto si ha sempre una riproduzione fedele ed efficace. Nonostante le dimensioni, il trattamento anti-riflesso fa egregiamente il suo lavoro. La curvatura, sebbene piuttosto accentuata, non causa distorsione all'immagine, consentendo di avere una visione sempre chiara e una percezione ben precisa, mantenendo le proporzioni corrette.

L'HDR poi si comporta bene, soprattutto per la fruizione di contenuti multimediali e videogiochi. L'immagine risulta davvero piacevole, senza banding o artefatti, restituendo sempre una gradazione dei colori e una varietà cromatica di altissimo livello.

lg 38wk95c monitor ultrawide 16

Si tratta di un pannello che poco ha da recriminare, se non un contrasto leggermente basso, dovuto tuttavia al fatto che si tratti di un IPS.

La retroilluminazione si comporta altrettanto bene, salvo quando si visualizzano delle schermate completamente nere e la stanza è completamente al buio: in tal caso, si percepisce un lieve, ma comunque visibile, backlight bleeding, dovuto alla retroilluminazione. Tuttavia non è una cosa di cui preoccuparsi, in quanto nell'utilizzo quotidiano, in ambienti anche poco illuminati, non si percepisce.

Nessun problema per quanto riguarda il ghosting dell'immagine, tallone d'achille del 34UC98 che utilizzo normalmente: anche lasciando il monitor accesso per svariati minuti su una singola schermata, non si corre alcun rischio.

Utilizzo

Questo monitor dà il meglio di sé soprattutto per chi è solito lavorare con tante finestre affiancate. L'utilizzo del software Screen Split, fornito tramite CD nella confezione, ma disponibile tramite download anche dal sito ufficiale, permette infatti di suddividere il monitor in diverse aree, da due fino a un massimo di quattro, con diverse proporzioni, che si adattano in maniera perfetta a seconda delle esigenze. Selezionato il layout preferito sarà infatti sufficiente trascinare la finestra nell'area desiderata, e questa si adatterà in maniera automatica.

La risoluzione elevata permette di sfruttare in maniera soddisfacente la configurazione con tre schermate affiancate, senza che ciò comporti un riadattamento del testo o la mancata visualizzazione di alcuni elementi. Ciò consente dunque di migliorare in maniera impressionante il proprio lavoro, grazie alla possibilità di visualizzare molte più informazioni contemporaneamente.
lg 38wk95c monitor ultrawide 13

Il formato 21:9 poi si adatta in maniera perfetta ai software di video e foto editing, oltre che a grandi file excel. Lavorare con una timeline estesa, o con un file excel, avendo la possibilità di visualizzare tutte le informazioni necessarie in un'unica schermata, permette di avere un migliore controllo, evitando così di dover fare ripetuti scroll tramite mouse o tastiera.

Leggi anche: Recensione LG 38UC99, monitor 38 pollici curvo

La visualizzazione di filmati con il formato 21:9 è ottimale, in quanto il contenuto verrà visualizzato a tutto schermo e senza cornici. I contenuti web purtroppo ancora poco si adattano a questo fattore di forma, e spesso vengono riprodotte bande nere su tutti e quattro i lati. Tale problema si presenta frequentemente se siete utilizzatori di piattaforme video come Netflix o Google Play Movies, mentre su Youtube, il formato 21:9 viene correttamente riconosciuto.

lg 38wk95c monitor ultrawide 18

Il mondo videoludico ha ben digerito tale formato e la maggior parte dei titoli più recenti lo supporta appieno. Lo spazio extra ritorna molto utile, soprattutto per gli appassionati di open-world e simulatori, che siano di volo o di guida, in quanto permette non solo una maggiore immersione, ma anche più elementi visualizzati che tornano utili, al videogiocatore, per prendere riferimenti o per agire in maniera tempestiva.

Verdetto

LG continua l'ottimo lavoro già fatto con i precedenti 34UC98 e 34UC99, adeguando specifiche e caratteristiche al 2018. La presenza dell'HDR, insieme alla fedeltà cromatica e accuratezza dei colori a cui l'azienda coreana ci ha abituato con i suoi pannelli IPS di fascia alta, rendono questo monitor desiderabile per qualsiasi utilizzo. Il prezzo di 1300 euro rappresenta sicuramente un investimento molto alto, ma in questo caso le rinunce sono praticamente nulle. Massima flessibilità nell'uso quotidiano, che permette di essere veloci ed efficaci in contesti lavorativi dove è necessario operare con molte finestre aperte, una resa dei colori che ne permette l'utilizzo a editor grafici, tantissimo spazio a disposizione e non per ultimo un bel design.

Anche il comparto audio, non è stato trascurato e anzi, la qualità offerta, insieme alla possibilità di usare gli altoparlanti in modalità Bluetooth, collegati ad altri dispositivi, permette di sfruttare il monitor nel pieno delle sue potenzialità in ogni contesto.

Sicuramente un contrasto superiore avrebbe reso il 38WK95C ancora più appetibile, ma lo sappiamo, non esiste un prodotto perfetto, anche se è praticamente impossibile trovare altre critiche per quanto riguarda questo LG, che consideriamo essere il migliore IPS nel panorama dei monitor 21:9 attualmente disponibili.


Tom's Consiglia

38 pollici sono troppi? L'LG 29WK600, rinuncia alla curvatura ed è disponibile con risoluzione FullHD, ma mantiene HDR e una buona fedeltà cromatica.