Storage

Samsung prevede 5 anni di vita per il Blu-Ray

Sony ha previsto che il Blu-Ray sarà l'ultimo formato ottico, non destando poi così tanta sorpresa. D'altronde è sotto gli occhi di tutti che è in corso una virata netta verso lo scambio di contenuti per via digitale. Perciò, quanto durerà il "dominio" del Blu-Ray? Sony spera il più possibile, ma altri la vedono diversamente, come Samsung.

Andy Griffiths, direttore in UK per la divisione consumer electronics della casa sudcoreana, ha dichiarato che il Blu-Ray ha ancora pochi anni di vita. "Penso che il Blu-Ray possa durare per circa 5 anni, certamente non 10".

Quali siano le motivazioni che hanno spinto Griffiths a una previsione a termine ridotto non lo sappiamo. Di certo ci sono alcuni dati e informazioni che possono far riflettere sulla situazione attuale, consci che magari in Samsung sanno qualcosa che sfugge al mondo intero. Dall'agosto del 2007 a quello del 2008 le vendite di dischi Blu-Ray sono cresciute del 300% ma il sorpasso nelle vendite sui DVD, secondo Tim Meade di Sony Asia avverrà solo nel 2011. A quel punto i modelli di negozi digitali dove acquisti, scarichi e immagazzini sul tuo hard disk da 2 terabyte saranno ancora più evoluti di quelli attuali. Perciò, il Blu-Ray avrebbe bisogno di eseguire un sorpasso anticipato sul DVD. Ma sono in tanti a pensare che il sorpasso al vecchio formato potrebbe non avvenire mai.

Per godere dell'alta definizione non servono solo un lettore e un disco Blu-Ray, ma anche un televisore Full-HD. Se in casa nostra i prezzi stanno scendendo e in molti sono disposti a fare investimenti onerosi per una nuova TV, in altre aree del mondo la cosa non è così scontata. La situazione economica attuale non permette a tutte le famiglie di dotarsi di un televisore di quel tipo, specie se è solo per vedere i Blu-Ray che, salvo rare eccezioni, sono l'unico contenuto HD disponibile al momento. Inoltre non bisogna dimenticare il prezzo dei Blu-Ray, decisamente elevato. Un ruolo fondamentale nella diffusione del DVD l'hanno giocato i DVD vergini, che in tempi abbastanza rapidi hanno raggiunto prezzi accessibili. E così anche le unità di masterizzazione per PC. Per ora sul fronte Blu-Ray nessuno di questi fatti si è ancora verificato. Infine, non bisogna tralasciare il ruolo che gioca un'azienda come Microsoft, monopolista dei PC. L'azienda non ha mai amato il formato Blu-Ray, tant'è che la sua Xbox 360 non lo supporta. Se Microsoft si muovesse a piena forza per il supporto al formato HD di Sony, portando a un'abbassamento dei costi, allora sì che potrebbero cambiare le carte in tavola, ritardando la possibile morte prematura pronosticata da Griffiths.