Tom's Hardware Italia
Schede Grafiche

Test Radeon RX 560 4GB

Pagina 1: Test Radeon RX 560 4GB
Prova della Radeon RX 560 4 GB, in particolare la Asus ROG Strix RX 560 4GB Gaming OC Edition, scheda video AMD per giocare in Full HD.

Asus ROG Strix Radeon RX 560 4GB OC

 

Asus ROG Strix Radeon RX 560 4GB OC


Nel lotto delle schede Radeon RX 500 provate ci mancava ancora la Radeon RX 560 4 GB. Sebbene sia uscita lo scorso maggio, la scheda è senz’altro interessate, soprattutto in un periodo in cui altri prodotti sono saliti di prezzo a causa dell’alta richiesta legata al mercato del mining di criptomonete.

La precedente RX 460 si era dimostrata certamente valida e la Radeon RX 560 si basa sulla stessa GPU Polaris 11, con tutte le risorse di shader e texture abilitate, una frequenza maggiore e un prezzo di listino inferiore.

RX 560: più stream processor e frequenze maggiori

Quando la Radeon RX 460 fu presentata, oltre un anno fa, non vedevamo una nuova GPU mainstream AMD da molti anni. Per diverso tempo l’azienda si era limitata a rimpacchettare l’architettura GCN.

Il passaggio al processo produttivo a 14 nanometri FinFET ha portato con sé un rinnovamento dell’architettura grafica, anche se con molti elementi condivisi con le precedenti soluzioni. Con la serie RX 500 AMD ha ulteriormente affinato la prima ondata di soluzioni Polaris per posizionarle meglio rispetto all’offerta Nvidia Pascal.

asus rx 560

Rispetto a Polaris 10, composto da 5,7 miliardi di transistor su un die da 232 mm2, il chip al centro della Radeon RX 560 integra 3 miliardi di transistor in 123 millimetri quadrati di spazio. Come la RX 460, la GPU è basata su architettura GCN di quarta generazione, ritoccata per consumare meno.

Un singolo Graphics Command Processor è ancora responsabile per la trasmissione delle code grafiche agli Shader Engine. Allo stesso modo gli Asynchronous Compute Engine sono incaricati della gestione delle code di calcolo.

baffin

Come con Polaris 10, anche la logica di processo dei comandi di questo chip consiste in quattro ACE, con due unità Hardware Scheduler a stabilire priorità delle code, gestione delle risorse temporali / spaziali e non solo. Anche se molte risorse sono state tagliate o rimosse nel passaggio da Polaris 10 a 11, questa non è una di quelle.

Gli Shader Engine, invece, sono stati dimezzati – Polaris 11 ne ha due, rispetto ai quattro di Polaris 10. Laddove la versione di Polaris 11 della RX 460 aveva sette Compute Unit attive per SE, la Radeon RX 560 ha una GPU non castrata con un totale di 16 CU. Dati i 64 stream processor e le quattro unità texture per CU, il calcolo ci porta a 1024 shader e 64 unità texture sull’intera GPU (+14%).

AMD Radeon RX 560 Asus ROG Strix RX 560 O4G Gaming Nvidia GeForce GTX 1050 Nvidia GeForce GTX 1050 Ti
GPU Polaris 11/Baffin Polaris 11/Baffin GP107 GP207
Shader 1024 1024 640 768
Base Clock 1175 MHz 1221 MHz 1354 MHz 1290 MHz
Boost Clock 1275 MHz 1326 MHz 1455 MHz 1392 MHz
Memoria 4GB GDDR5 4GB GDDR5 2GB GDDR5 4GB GDDR5
Processo produttivo 14nm 14nm 14nm 14nm
Transistor 3 miliardi 3 miliardi 3,3 miliardi 3,3 miliardi
Texture Unit 64 64 40 48
Texture Fillrate 81.6 GT/s 84.9 GT/s 58.2 GT/s 66.8 GT/s
ROPs 16 16 32 32
Pixel Fillrate 20.4 GPix/s 21.2 GPix/s 46.6 GPix/s 44.5 GPix/s
Bus memoria 128-bit 128-bit 128-bit 128-bit
Freq. memoria 3500 MHz 3500 MHz 3504 MHz 3504 MHz
Bandwidth 112 GB/s 112 GB/s 112.1 GB/s 112.1 GB/s
TDP 80W 80W/100W 75W 75W

Due render back-end per Shader Engine, ognuno con quattro ROPs, portano a un totale di 16 pixel per clock o, di nuovo, metà di quello che avete dalla RX 580/570. Il bus di memoria di Polaris 11 è stato inoltre ridotto della metà a 128 bit. AMD ha provato a compensare un po’ con GDDR5 a 7 Gbps, ma anche così avete un bandwidth di solo 112 GB/s. Questa specifica non cambia dalla Radeon RX 460.

AMD ha innalzato la frequenza. L’azienda parla di 1175 MHz di base e 1275 MHz di Boost. Per quanto riguarda la Asus ROG Strix RX 560 O4GB Gaming OC Edition che abbiamo provato si parla di un overclock a 1326 MHz in modalità Gaming.

gpuz

Una cosa interessante è che mentre la Radeon RX 460 aveva un TDP sotto 75W, aprendo la porta a implementazioni senza connettore ausiliare, tutte le schede testate avevano connettori a 6 pin. Per la Radeon RX 560 il TDP è di 80W. Abbiamo già visto versioni senza connettore e frequenze più alte di quelle di riferimento, ma la scheda Asus ha un connettore a 6 pin.