Computer Portatili

Ultrabook con Qualcomm Snapdragon S4, Intel trema

Qualcomm sta preparando una versione quad-core del SoC Snapdragon S4 da installare negli ultrabook con Windows 8, nella speranza di fare concorrenza alla seconda tornata di prodotti che Intel spingerà da giugno in poi sfruttando l’annuncio di Ivy Bridge.

Da quanto ha dichiarato Rob Chandhok, vice presidente di Qualcomm, il chip S4 in questione è destinato a computer portatili ancora più sottili e più leggeri dei modelli attualmente in circolazione, che sono in fase di progettazione proprio per sfruttare al meglio la nuova architettura Intel a 22 nanometri. 

Qualcomm produrrà un SoC Snapdragon S4 per gli ultrabook con Windows 8

Secondo Chandhok è arrivato il momento in cui viene meno la separazione fra smartphone di fascia alta e notebook, perché i chip della famiglia S4 potranno gestire anche sui notebook caratteristiche tipiche dei telefoni evoluti, come schermi ad alta risoluzione, maggiore autonomia e connettività always-on.

I chip sono basati sull’architettura ARM e integrano un modem e un core grafico in grado di gestire la grafica 3D. Qualcomm sarà quindi il primo produttore a portare avanti la battaglia di ARM contro Intel, che a sua volta spera di riuscire a sfondare nel settore smartphone per mantenersi al comando del settore dei semiconduttori.

Stando a quanto pubblicato da PC World Qualcomm avrebbe già fornito alcuni prototipi di ultrabook con Windows 8 e chip Snapdragon agli sviluppatori, e Chandhok ha però svelato l’asso nella manica di Qualcomm: la connettività 4G e la potente dotazione multimediale.

Lo volete con Ivy Bridge o con Snapdragon?

Il vice presidente di Qualcomm non ha svelato la sigla del prodotto a cui si riferisce, ma ha parlato di un chip quad-core con transistor da 28 nanometri: impossibile non pensare all’APQ8064, un SoC della famiglia Krait capace di funzionare alla frequenza massima di 2.5 GHz e con grafica Adreno 320. Questo chip dovrebbe migliorare sia l’efficienza energetica sia le prestazioni rispetto al precedente chip Snapdragon, e proporsi come alternativa interessante rispetto ai processori Intel Core.

Qualcomm sta anche pensando ai 64-bit per i chip Snapdragon, ma Chandhok non ha rivelato quando potrebbe arrivare la compatibilità; a oggi sappiamo solo che ARM ha annunciato il supporto a 64 bit con il set di istruzioni ARMv8. Secondo Chandhok comunque anche la versione all’esordio quest’anno farà la differenza, in particolare i giochi e le applicazioni capaci di sfruttare il calcolo parallelo. Qualcomm inoltre sta lavorando per parallelizzare anche l’esecuzione di programmi di uso quotidiano come il browser.

Oltre ai produttori di chip x86, in questo mercato Qualcomm sarà in competizione con altri produttori ARM come Nvidia e Texas Instruments, al momento impegnati nella fornitura di prodotti per tablet con Windows 8. Stando all’ultima classifica di iSuppli Samsung è il secondo produttore di chip dopo Intel, ma il calcolo tiene conto anche delle memorie Flash. Qualcomm è invece l’azienda che ha scalato più velocemente la classifica, passando in poco tempo dalla nona alla sesta posizione.