Tom's Hardware Italia
Schede Grafiche

Vampire: The Masquerade – Bloodlines 2 supporterà ray tracing e DLSS

Vampire: The Masquerade - Bloodlines 2 sarà un titolo con supporto ray tracing e DLSS. La conferma dal canale Youtube di Nvidia.

Vampire: The Masquerade – Bloodlines 2, gioco annunciato in queste ore da Hardsuit Labs e Paradox Interactive previsto per il primo trimestre 2020, sarà un gioco Nvidia RTX, cioè su PC supporterà le tecnologie ray tracing e il DLSS (Deep Learning Super-Sampling).

L’azienda l’ha comunicato direttamente sul proprio canale Youtube, indicandolo nella descrizione del trailer. Il titolo, seguito di una serie che affonda le sue radici nel 2000 (Vampire: The Masquerade – Redemption), si aggiunge a molti altri. Di seguito ecco la lista dei giochi che supportano – o supporteranno – il ray tracing:

  • Assetto Corsa Competizione
  • Atomic Heart
  • Battlefield V
  • Control
  • Dragonhound
  • Enlisted
  • Justice
  • JX3
  • MechWarrior 5: Mercenaries
  • Metro Exodus
  • ProjectDH
  • Shadow of the Tomb Raider

Per quanto riguarda il DLSS, la lista è ancora più folta, anche se come per il ray tracing i giochi già sul mercato sono ancora un numero limitato:

  • Ark: Survival Evolved
  • Anthem
  • Atomic Heart
  • Battlefield V
  • Dauntless
  • Final Fantasy 15
  • Fractured Lands
  • Hitman 2
  • Islands of Nyne
  • Justice
  • JX3
  • Mechwarrior 5: Mercenaries
  • Metro Exodus
  • PlayerUnknown’s Battlegrounds
  • Remnant: From the Ashes
  • Serious Sam 4: Planet Badass
  • Shadow of the Tomb Raider
  • The Forge Arena
  • We Happy Few
  • Darksiders III
  • Deliver Us The Moon: Fortuna
  • Fear the Wolves
  • Hellblade: Senua’s Sacrifice
  • KINETIK
  • Outpost Zero
  • Overkill’s The Walking Dead
  • SCUM
  • Stormdivers

Ricordiamo che Nvidia questa settimana ha annunciato il supporto al ray tracing anche sulle GPU Pascal e le GPU Turing prive di unità RT core dedicate. Ciò accadrà da aprile, tramite un aggiornamento dei driver Game Ready di Nvidia, per le schede GeForce GTX dalla 1060 6GB in poi (anche le GPU per portatili).

I giocatori sprovvisti di schede RTX della serie 20 dovrebbero godere di un ray tracing a impostazioni di qualità e risoluzioni più basse, mentre gli utenti con GPU Turing dalla RTX 2060 in poi sperimenteranno un aumento delle prestazioni di 2/3 volte grazie agli RT core dedicati, e questo consentirà avere un ray tracing a qualità maggiore, con risoluzioni superiori e a frame rate più alti. Ovviamente tutto questo andrà testato non appena saranno disponibili i nuovi driver di Nvidia.