Tom's Hardware Italia
Storage

Vendite di hard disk nel 2019? Crolleranno di quasi il 50%

Nubi sempre più grigie sul mercato degli hard disk. Anche la giapponese Nidec, pilastro della componentistica di settore, prevede un tonfo delle vendite nel 2019.

Secondo un rapporto di Nidec, produttore giapponese di motori “spindle” per gli hard disk, intercettato da Anandtech, le vendite di dischi rigidi diminuiranno di quasi il 50% nel 2019. I produttori di PC infatti, hanno ridotto notevolmente l’impiego dei vecchi hard disk magnetici nei loro computer dato che la preferenza dei clienti ricade ovviamente sulle unità allo stato solido, che offrono prestazioni di un altro livello.

Il rapporto si basa sulla previsione dei guadagni dell’azienda, che produce i motori “spindle” degli hard disk, arrivando a coprire l’85% dei prodotti immessi sul mercato. La posizione dominante di Nidec dà un certo grado di affidabilità a tale previsione, che anticipa una riduzione delle vendite del 48% entro fine anno.

L’analisi chiaramente non si riferisce all’intero mercato degli hard disk, ma solo ai supporti interni. È ovvio che attualmente, per l’immagazzinamento, l’hard disk magnetico sia ancora la scelta migliore per quanto riguarda il prezzo e le capacità, di fatti non sono previste flessioni sul fronte dei datacenter o dell’immagazzinamento esterno da parte del mercato consumer, dato che in tali ambiti l’interesse ricade sulla mole di dati da memorizzare, e le prestazioni passano in secondo piano acquisendo un ruolo marginale.

D’altra parte invece, il costo sempre più in calo degli SSD, ha dato la possibilità ai produttori di PC di poter migliorare la loro offerta senza incidere in modo significativo sul prezzo. Questo ha fatto calare fortemente l’interesse negli hard disk magnetici, rendendo più appetibili i desktop preassemblati, ma soprattutto i notebook, dato che la differenza prestazionale tra un HDD ed SSD è apprezzabile anche dai meno avvezzi alla tecnologia.

Il rapporto di Nidec quindi, è in linea con quello di Trendfocus che indicava una diminuzione delle vendite di hard disk desktop di 4 milioni, di hard disk per portatili di 6 milioni, ed un aumento delle soluzioni enterprise di 1 milione nel primo trimestre 2019. Nidec sostiene che le vendite di dischi rigidi scenderanno da 124 milioni di unità a soli 65 milioni nel 2019.

Nidec ovviamente, non è l’unico produttore di componenti per hard disk magnetici, ma sono diverse le aziende che dovranno affrontare quella che sarà a tutti gli effetti un’enorme crisi del settore, e che dovranno appigliarsi all’andamento del mercato dell’archiviazione esterna e quello enterprise per mantenere vendite su livelli adeguati.