Software

Windows 10 ai pirati non sarà gratis, Microsoft chiarisce l’offerta

Nei mesi scorsi c'è stata parecchia confusione riguardo la possibilità che utenti Windows con sistemi pirata – privi cioè di una licenza "genuina" (originale) – potessero passare gratis a Windows 10. Finalmente Microsoft, in un post sul proprio blog, chiarisce (almeno in grande parte) la situazione. Un passaggio dovuto con l'approssimarsi del debutto del nuovo sistema operativo.

Non sarà possibile passare gratuitamente alla versione originale di Windows 10 da un precedente Windows pirata. "Quando non possiamo verificare che Windows è correttamente installato, dotato di licenza e non manomesso, facciamo apparire un watermark sul desktop per notificare tale situazione all'utente. Se incontrate questo watermark su un nuovo sistema, v'incoraggiamo a riportare il dispositivo immediatamente al rivenditore da cui l'avete acquistato e a richiedere un dispositivo con Windows originale".

windows 10

Secondo l'azienda un Windows non originale espone a un elevato rischio di malware, frodi, mette in pericolo le vostre informazioni personali e a un rischio maggiore di scarse prestazioni o malfunzionamenti. "Un Windows non originale non è supportato da Microsoft o dai partner riconosciuti", scrive l'azienda che tuttavia afferma di sapere che "molti consumatori sono vittime inconsapevoli della pirateria".

"La nostra offerta gratuita per l'aggiornamento a Windows 10 non si applicherà ai dispositivi con Windows non originale, e come abbiamo sempre fatto continueremo a offrire Windows 10 ai clienti che usano dispositivi sprovvisti di licenza. In collaborazione con alcuni dei nostri partner OEM, stiamo studiando offerte di aggiornamento molto interessanti a Windows 10 per i clienti dotati di un vecchio dispositivo privo di Windows originale. Rimanete sintonizzati per saperne di più dai nostri partner sulle loro specifiche offerte".

Windows 7 Professional OEM 64-bit Windows 7 Professional OEM 64-bit

Il modo per avere gratis Windows 10 è acquistare un nuovo sistema – anche se formalmente in quel caso proprio gratis non è – oppure essere possessori di PC con Windows 7 e successivi originali. In quel caso, come già annunciato, potrete passare a Windows 10 gratuitamente nel primo anno di disponibilità del sistema sul mercato. Chi installerà il nuovo sistema operativo in quel lasso di tempo lo potrà continuare a usare – senza pagare un centesimo – anche dopo, potenzialmente per sempre, ricevendo tutti gli aggiornamenti distribuiti da Microsoft.