Tom's Hardware Italia
Software

Windows 10 May 2019 Update è disponibile

Windows 10 May 2019 Update è ufficialmente disponibile. Il rollout è iniziato: ecco come scaricarlo e installarlo subito sul proprio computer.

Microsoft ha avviato ufficialmente la distribuzione di Windows 10 May 2019 Update (versione 1903). Potete scaricarlo direttamente da Windows Update, andando in Impostazioni – Aggiornamento e Sicurezza – Windows Update e avviando la ricerca degli aggiornamenti.

Dopodiché dovrete cliccare su Scarica e Installa, anche se l’azienda fa sapere che “potreste non vedere questa voce sul vostro dispositivo in quanto stiamo lentamente limitando la sua disponibilità, mentre monitoriamo i dati e il feedback”.

La voce “Scarica e Installa ora” è disponibile sui dispositivi con Windows 10 versione 1803 o 1809 che hanno installato anche gli aggiornamento del 21 maggio o successivi. La nuova versione è disponibile anche tramite Windows 10 Media Creation Tool (Come installare Windows da chiavetta USB).

Windows 10 May 2019 Update è disponibile da circa un mese ai Windows Insider, al fine di scovare quanti più bug possibili e non ripetere l’esperienza vissuta con l’October 2018 Update, ritirato e rimandato a causa di problemi gravi che mettevano in pericolo i dati degli utenti.

Le principali novità di Windows 10 May 2019 Update potete leggerle in questo articolo, che comunque aggiorneremo nelle prossime ore qualora emergessero altre funzionalità di rilievo.

Microsoft ricorda che i computer Windows 10 che hanno distribuzioni datate saranno automaticamente aggiornati al fine di mantenere i sistemi sicuri. “Il Windows 10 April 2018 Update (versione 1803) raggiungerà la fine del supporto il 12 novembre 2019 per le edizioni Home e Pro. Da giugno inizieremo ad aggiornare i dispositivi con tale versione e quelle precedenti”.

In tutti gli altri casi gli utenti “avranno la possibilità di scegliere esplicitamente se desiderano aggiornare il proprio dispositivo quando controllano gli aggiornamenti o se vogliono mettere gli update in pausa per un massimo di 35 giorni (7 giorni alla volta, per cinque volte)”.

Questo varrà tanto per gli update mensili quanto per i feature update e riguarderà tutte le edizioni, Home inclusa, e segna una profonda novità rispetto al passato: molti, semplicemente controllando la presenza di update cumulativi, si sono visti installare un feature update non voluto in modo automatico.

Insieme al nuovo May 2019 update, Microsoft ha presentato una dashboard che offre informazioni aggiornate sullo stato del rollout e i problemi noti – aperti e risolti – che riguardano tanto i feature update quanto quelli mensili.