Software

Windows 10, ritirato un driver AMD che causava problemi in fase di avvio

I colleghi di ComputerBase hanno riportato che un recente driver AMD relativo al dispositivo “SCSI Adapter” ha causato problemi durante la fase di avvio di Windows 10 su determinate configurazioni hardware. Il bug sembra essere stato più comunemente riscontrato sulle schede madri Gigabyte. Le persone si sono lamentate della situazione sui forum di ComputerBase, su Microsoft Answers e sul subreddit /r/AMD. I problemi iniziavano dopo che il driver “Advanced Micro Devices, Inc. – SCSI Adapter – 9.3.0.221” veniva installato automaticamente tramite Windows Update.

Windows 10 May 2019 Update

Finora sembra che gli inconvenienti riguardino principalmente le schede madri Gigabyte Aorus che utilizzano il chipset X570. Lamentele sul problema hanno iniziato a comparire su Microsoft Answers lo scorso 28 aprile, ma finalmente la compagnia ha deciso di rimuovere l’aggiornamento dai propri server, così chi ha ripristinato una versione precedente del driver non corre il rischio di vederlo installato nuovamente. A quanto pare, gli utenti, dopo aver riavviato il sistema in seguito all’installazione del driver incriminato, non erano più in grado di effettuare correttamente l’avvio, in quanto compariva un BSOD (Blue Screen Of Death) che riportava l’errore “INACCESSIBLE BOOT DEVICE”.

Microsoft Windows 10 May 2019 Update

Sembra che il driver sia stato prima di tutto distribuito ai membri del programma Windows Insider per verificarne la stabilità, prima di esser diffuso anche sul più comune canale stabile. È stato proprio il test su un maggior numero di configurazioni che ha portato alla luce il problema, costringendo la compagnia a rimuovere il file dai propri server per non causare ulteriori inconvenienti all’utenza.

Nella giornata di oggi vi abbiamo parlato anche di un altro aggiornamento piuttosto problematico di Windows 10, dal nome in codice KB5001391, che era afflitto da un bug che causava la famosissima schermata blu accompagnata dal codice errore “BAD_POOL_CALLER”. Per ulteriori dettagli, vi consigliamo di consultare il nostro precedente articolo.

Cercate una licenza Windows 10 a pochi euro? La potete acquistare su Amazon.