Software

Windows Update cambia, per una volta non in peggio

Microsoft ha annunciato la disponibilità del November 2021 Update per Windows 10. Il rilascio dell’aggiornamento, oltre a portare alcune novità, segna un cambiamento importante: da questo momento Windows 10 sarà più simile a Windows 11 e riceverà gli aggiornamenti più corposi (i così detti Feature Update) una volta l’anno.

L’azienda ha quindi abbandonato il modello semi-annuale finora utilizzato, che prevedeva l’uscita di due Feature Update ogni anno. Il prossimo grande aggiornamento di Windows 10 è quindi previsto per la seconda metà del 2022 e non entro il mese di giugno, data entro cui era solitamente rilasciato.

Microsoft tiene a sottolineare che supporterà almeno una versione di Windows 10 fino al 14 ottobre 2025, data in cui Windows 10 “andrà in pensione” e non sarà più supportato. Per fare un esempio, Windows 10 (sia in versione Home che Pro) aggiornato al November 2021 Update sarà supportato per 18 mesi, mentre le varianti enterprise ed Education riceveranno supporto per 30 mesi.

L’introduzione di Feature Update annuali anziché semestrali è positiva: non solo da a Microsoft e agli iscritti al programma Insider la possibilità di testare più a fondo gli aggiornamenti, nella speranza di ridurre ulteriormente il numero di bug e problemi riscontrati con il lancio su larga scala di quasi ogni aggiornamento di Windows 10, ma da anche ai tecnici IT di scuole e aziende più tempo per provare l’aggiornamento e verificare eventuali incompatibilità, prima di fornirlo a studenti e dipendenti.