Android

Xiaomi Mi 11 5G, 24 ore bastano per innamorarsi?

In concomitanza all’annuncio per il mercato italiano di Xiaomi Mi 11 5G, in cui sono stati presentati anche un nuovo Mi Scooter e una Mi TV QLED 4K, l’azienda ha avuto premura di farci recapitare il sample per la recensione dello smartphone. Dotato di una scheda tecnica di altissimo livello ed un design curato nei dettagli, sono state sufficienti a Xiaomi Mi 11 5G sole 24 ore per farci innamorare?

Il corriere che mi ha recapitato il pacco contenente il dispositivo è arrivato alla mia porta con una puntualità (molto probabilmente non voluta) quasi disarmante. Ore 13:00 in punto, momento dell’inizio della presentazione in streaming di Xiaomi, lo smartphone era già tra le mie grinfie. Dopo aver estratto la confezione dello smartphone dall’imballaggio mi è immediatamente venuto un dubbio: ma la scatola di Mi 11 vista in Cina non era più compatta?

Dopo averci pensato su qualche secondo e aver iniziato a spacchettare il dispositivo ho realizzato: l’azienda ha incluso nella scatola di Xiaomi Mi 11 5G per il mercato europeo un caricabatterie da 55W al GaN (nitruro di gallio), oltre al cavo USB Tipo-C e una cover in silicone.

Un piacere per gli occhi e per le mani, un po’ meno per le tasche

Xiaomi Mi 11 5G ha un design davvero elegante. Il primo impatto una volta tolto dalla confezione è ottimo, credo soprattutto perché nel nostro Paese è stata portata la variante con la scocca posteriore in vetro opaco invece di quella con il retro in plastica con finitura simil pelle. Provenendo da un Samsung Galaxy S21 5G le dimensioni di Mi 11 mi sono immediatamente saltate all’occhio: me lo aspettavo più piccino dai video che avevo visto in rete.

Xiaomi - Mi 11

Ad ogni modo, se non avete una naturale repulsione per gli smartphone grandicelli, dopo aver acceso lo smartphone vi dimenticherete immediatamente del suo ingombro. Il display OLED da 6,81″ con risoluzione QHD+ vi farà dimenticare di tutto quello che lo circonda, soprattutto dopo aver impostato la risoluzione massima ed il refresh rate adattivo su 120Hz dalle impostazioni.

Un qualcosa di particolare che ho notato una volta scaricate le mie app preferite e impostato i miei account personali è il sistema di vibrazione e la sua integrazione con il software. Xiaomi ha fatto un’ottimo lavoro e il feedback aptico di Mi 11 5G è fenomenale, secondo solo al Taptic Engine di Apple e alla pari con quello del mio amato Pixel 4 XL. Il fatto che poi la MIUI sfrutti questo sistema di vibrazione per completare l’esperienza utente in base alle operazioni eseguite sullo smartphone è sicuramente unico.

Xiaomi - Mi 11

Dovrete aspettare per saperne di più

Delle prime impressioni ottime che sinceramente spero vengano confermate nel lungo periodo. Per il momento non posso ancora parlarvi del comparto fotografico in cui si trova l’ormai famoso sensore da 108 megapixel e non posso nemmeno parlarvi delle prestazioni o dei consumi del chip Qualcomm Snapdragon 888 che finalmente ho modo di provare con mano.

C’è però da dire che, almeno sulla carta, Xiaomi Mi 11 5G promette davvero faville. Il prezzo di partenza di 799 euro potrebbe non accontentare tutti ma ovviamente sarà da valutare in base a ciò che lo smartphone è in grado di offrire nella vita di tutti i giorni.

Xiaomi - Mi 11

La recensione completa di Xioami Mi 11 5G arriverà molto presto e sicuramente avrò tantissimo da raccontarvi a proposito dell’attesissimo terminale. C’è qualcosa che vorreste sapere in particolare? Scrivete ogni dubbio e perplessità qui sotto nei commenti e vedrò di includere nell’articolo finale tutto ciò che mi è possibile!

Siete alla ricerca di uno smartphone Huawei compatto, performante e di buona durata? Il Redmi Note 9 Pro farà sicuramente al caso vostro. Lo trovate, a un prezzo accessibile, qui.