Tom's Hardware Italia
Android

A Google non piace Viv, l’IA del Samsung Galaxy S8

Secondo un analista, un accordo stipulato tra Google e Samsung nel 2014 impedirebbe al colosso coreano di integrare l'IA Viv nel prossimo Galaxy S8.

Samsung potrebbe non avere l'opportunità di integrare nel futuro top gamma Galaxy S8 una delle funzioni più avanzate, per altro già anticipate ufficialmente poco tempo fa dal vicepresidente della divisione mobile di Samsung, Lee Kyeong-tae: l'assistente digitale basato sull'Intelligenza Artificiale sviluppata da Viv, startup acquistata qualche tempo fa.

samsung galaxy s8 concept image

La difficoltà sorgerebbe a causa di un accordo siglato due anni fa con Google, che impedirebbe di fatto all'azienda sudcoreana di sviluppare e integrare nei propri dispositivi Android based funzioni analoghe a quelle offerte da Google e quindi in competizione con esse, accordo che a quanto pare a Mountain View ci terrebbero a far rispettare. A diffondere l'indiscrezione non è stata la solita fonte anonima, un leaker o qualche ignoto utente cinese, ma Richard Windsor, analista industriale di Edison Investment Research.

Leggi anche: Viv pronta a pensionare Siri, Google Now e Cortana

Il nuovo assistente digitale sarebbe stato caratterizzato soprattutto dalla capacità di evolversi in futuro in modo autonomo, sviluppando nuove funzioni senza necessità dell'intervento umano, ma basandosi esclusivamente sul deep learning e le reti neurali. Un competitor decisamente scomodo, non solo per i vari Microsoft Cortana ed Apple Siri ma per lo stesso Google Assistant, attualmente disponibile solo sui Google Pixel e Pixel XL, ma presto in arrivo anche su altri modelli di punta, compreso con molta probabilità proprio il Samsung Galaxy S8.

Samsung Galaxy S8 edge concept

L'azienda coreana, da parte sua, ha ancora assoluto bisogno di mettere a segno un colpo memorabile dopo il flop, altrettanto memorabile, del Galaxy Note 7 e l'IA di Viv Labs sembrava proprio il prodotto più adatto, ma se Google dovesse mettersi di traverso, ci sarebbe davvero poco da fare, a meno di non voler rinunciare a utilizzare Android ovviamente, cosa che non accadrà mai.

Il Galaxy S8 non dovrebbe comunque difettare di innovazione, tra schermo borderless curvo sui quattro lati, forse anche con risoluzione 4k, innovativo rivestimento idrofobico e sensore biometrico per le impronte digitali integrato sotto al vetro, sarà sufficiente?