Smartwatch

Così Huawei Watch GT 2 Pro mi ha insegnato a dormire meglio

Se c’è una questione su cui penso noi tutti possiamo essere d’accordo è l’importanza del dormire bene. Le diverse fasi del sonno sono essenziali per rigenerare l’organismo e per permetterci di ripartire alla grande durante la giornata successiva. Dormire male può condizionare il nostro umore e sicuramente incide sulle nostre capacità.

Grazie alla gamma di sensori inclusi in Huawei Watch GT 2 Pro e alla sua capacità di tracciare le diverse fasi del sonno, migliorare il benessere personale sarà più facile basandosi sui dati raccolti.

Huawei - Watch GT2 Pro

Il sonno può essere diviso in 5 diverse fasi ben distinte:

  • Il primo stadio è quello in cui si verifica il passaggio graduale dalla veglia al sonno: i muscoli iniziano a rilassarsi, il battito cardiaco rallenta, si abbassa la temperatura corporea e l’attività cerebrale diminuisce;
  • Il secondo stadio è chiamato sonno leggero, fase intermedia tra l’addormentamento e il sonno profondo: i muscoli diventano sempre più rilassati e la frequenza cardiaca rallenta progressivamente;
  • Il terzo stadio corrisponde al sonno profondo; in questa fase si è completamente addormentati: non si verificano movimenti oculari né attività cerebrali, i livelli metabolici sono lenti e il corpo è completamente rilassato;
  • Il quarto stadio rappresenta il sonno profondo effettivo: la temperatura corporea si abbassa ulteriormente, il respiro ed il battito cardiaco rallentano, si entra nella fase del rilassamento più profondo, legato al sonno senza sogni e alla mente inconscia;
  • Fase REM (Rapid Eye Movement) o sonno paradosso: si verificano rapidi movimenti oculari, aumentano flusso sanguigno e attività cerebrale, caratterizza lo stadio del sonno associato ai sogni.

Ognuna di queste diverse fasi ha uno scopo preciso e una corretta durata del sonno è fondamentale per il benessere personale. Tuttavia, spesso è difficile quantificare con precisione, senza l’ausilio di strumenti adatti, sia la durata effettiva che la qualità delle proprie dormite.

Qui entra in gioco Huawei GT 2 Pro, che ha permesso di migliorare la qualità del mio riposo grazie ai dati raccolti in completa autonomia durante la notte.

Huawei - Watch GT2 Pro

Huawei GT 2 Pro ha una batteria dalla durata dichiarata dal produttore di ben 14 giorni tra le ricariche. Ciò permette di indossare l’orologio della casa capitanata da Richard Yu anche mentre si dorme in modo che possa utilizzare il cardiofrequenzimetro ed i sensori di movimento, quali accelerometro e giroscopio, per tenere traccia delle fasi di sonno leggero, sonno pesante e fase REM.

I dati vengono presentati sul display dello smartwatch oppure sullo smartphone all’interno dell’applicazione Huawei Health e un’attenta lettura potrebbe aiutare anche voi a migliorare la qualità del vostro sonno.

Controllando i dati raccolti dall’orologio durante la notte sarà più facile capire quali attività o quali cibi vi aiutano a dormire meglio oppure, al contrario, quali azioni o stati d’animo vi remano contro nel momento in cui volete farvi una bella dormita.

Huawei - Watch GT2 Pro

Al mattino vi siete alzati stanchi e controllando il grafico relativo al vostro sonno avete notato di esservi svegliati spesso durante la notte? Magari la pizza con peperoni, acciughe e cipolle mangiata prima di coricarsi non è stata un’ottima idea tutto sommato.

Vi siete svegliati belli arzilli, pimpanti e nel grafico viene mostrato un ciclo di sonno perfetto? Forse il fatto di aver letto un libro prima di addormentarsi vi ha aiutato rispetto al solito perdersi per ore a scorrere gli infiniti feed dei social network o a guardare video su YouTube.

Ovviamente Huawei Watch GT 2 Pro non è in grado di indovinare quali siano questi comportamenti e non è un magico gadget capace miracolosamente di farvi riguadagnare il sonno perduto. Tuttavia, tra i molti pregi dell’orologio intelligente di Huawei, il fatto che possa aiutarvi a scoprire le cause della vostra insonnia è sicuramente un ottimo valore aggiunto!