Android

Galaxy Note e simili senza futuro, una moda passeggera

I phablet sono solo una moda, i tablet sono macchine da gioco. I più usati sono gli smartphone con schermi fra 3,5 e 4,9 pollici. E' questo quello che emerge da una ricerca di mercato condotta da Flurry, che ogni mese tiene traccia delle attività svolte da circa un miliardo di smartphone e tablet tracciando l'uso di app da parte degli utenti.

A questo giro la ricerca riguarda le dimensioni degli schermi preferite dagli utenti, a cui è giunta concentrandosi sui 200 dispositivi che risultano più usati, e dai quali proviene l'80 percento della sua attività di monitoraggio.

I prodotti più usati sono quelli con schermi da 3,5 a 4,9 pollici

I prodotti sono stati ripartiti in cinque gruppi: i telefoni di piccole dimensioni, con schermi da 3,5 pollici o inferiori, quelli con display da 3,5 a 4,9 pollici, i phablet da 5 a 6,9 pollici. Ci sono poi i tablet piccoli (da 7 a 8,4 pollici) e quelli con schermi da 8,5 pollici in su.

Il risultato è che gli smartphone con display medi sono quelli più popolari, che da soli costituiscono il 69% di tutto il parco prodotti rilevato. Non c'è da stupirsi, dato che in questa categoria rientrano prodotti altamente popolari come l'iPhone e i Galaxy.

Nel 16% dei casi sono usati invece i telefoni con gli schermi più piccoli, in cui sono inclusi per esempio quasi tutti i BlackBerry in circolazione al momento. Terza piazza per i tablet di grandi dimensioni, come l'iPad, e penultima (con il 6%) per quelli piccoli, come per esempio il Kindle Fire.

I cosiddetti phablet (per esempio il Galaxy Note) sono una minoranza trascurabile: solo il 2% di tutti i dispositivi utilizzati rientra nella categoria dei phablet. Insomma sono una minoranza trascurabile che Flurry liquida come una moda passeggera.

Sistemi operativi

Interessante poi la differenza fra la diffusione dei prodotti e il tipo d'uso che ne fanno gli utenti. Sebbene i BlackBerry siano i più diffusi solo il 4% degli utenti li usano con app mobili. Una tendenza contraria rispetto a quella degli smartphone con display da 3,5 a 4,9 pollici e dei tablet, su cui l'uso delle app è predominante. Questa tendenza probabilmente andrà accentuandosi dato che usare le app con schermi piccoli o con prodotti ormai datati è senza dubbio poco gratificante.

Uso

L'ultimo dato interessante è quello che scaturisce incrociando il tipo di app usate e la dimensione del dispositivo si cui vengono eseguite. "I tablet sono macchine da gioco" sentenzia Flurry, facendo notare che la maggior parte degli utenti monitorati preferisce leggere libri sullo smartphone. Una scelta che potrebbe sembrare strana, ma che in realtà sarebbe giustificata dal fatto che nella maggior parte dei casi parliamo di pendolari, che hanno con sé solo lo smartphone.