Android

Gli smartphone peccano nelle telefonate secondo i test

I vecchi cellulari funzionano meglio degli smartphone quando si tratta di ricevere o fare telefonate. La conferma scientifica giunge da un test realizzato dalla Fondazione Ugo Bordoni, in collaborazione con il dipartimento di ingegneria dell'università di Ferrara, TIM e Vodafone.

Per 35 giorni consecutivi sono state effettuate da rete fissa circa 150mila chiamate ai terminali mobili dei due operatori. L'esperimento ha coinvolto le principali città italiane, sfruttando due veicoli attrezzati con 10 dispositivi di vari marchi: iPhone, Samsung Galaxy, Nokia, Blackberry, etc. Ebbene, al termine del tour sono stati analizzati tutti i dati raccolti da TIM e Vodafone per scoprire "quante volte non si riusciva a prendere la linea (blocco della chiamata) e quante volte si interrompeva da sola (caduta della chiamata)", come spiega La Repubblica.

Chi è il migliore del reame?

I problemi sono stati riscontrati nel 2,7% delle chiamate verso cellulari tradizionali e nel 5,4% delle chiamate verso smartphone. "Ci siamo fatti l'idea che i produttori investono tanto in software per gli smartphone ma poco nell'ottimizzazione della parte radio", ha confessato a La Repubblica Mario Frullone, direttore delle ricerche per la Fondazione Ugo Bordoni.

Tabella Fondazione Ugro Bordoni

La pensano allo stesso modo un gruppo di ricercatori dell'università danese di Aalborg e quelli della società di consulenza Strand Consult. La sensibilità delle antenne cellulari è diminuita nel tempo, ma spesso è facile far cadere ogni responsabilità sulle spalle degli operatori. "Abbiamo scoperto che la qualità del segnale dipende al 70% dall'antenna. I consumatori hanno diritto di saperlo", sostiene Strand Consult. Il motivo di questo arretramento è di facile comprensione: la competizione sui listini è più importante dell'ottimizzazione.

Ad esempio, misurando la "Total Isotropic Sensitivity" in decibel-milliwatt di 9 terminali famosi si è scoperto le vecchie generazioni a volte sono migliori delle nuove. Samsung Galaxy S2 e iPhone 4S sembrerebbero fare meglio rispetto a Samsung Galaxy S3 e iPhone 5, quando si appoggiano alle frequenze GSM 900 e UMTS 900.

A volte si può rimediare con nuovi firmware, ma se è l'hardware a fare cilecca non c'è speranza. Bisogna tenerseli così come sono.