Android

Honor, una nuova galassia di prodotti: ecco 9X Pro, View 30 Pro, MagicBook e Magic EarBuds in Italia

Nonostante la cancellazione del Mobile World Congress 2020, le aziende stanno annunciando tanti nuovi dispositivi nelle ultime ore. Questa volta è il turno di Honor, che ha presentato poco fa due smartphone, due notebook e un paio di auricolari true wireless. Insomma, l’ennesima dimostrazione di quanto l’azienda cinese punti sul concetto di ecosistema, divenuto un tema centrale nel settore mobile, soprattutto con l’esplosione del fenomeno IoT.

Honor 9X e Honor View 30 Pro

Partiamo innanzitutto dagli smartphone. Il primo si chiama Honor 9X, monta uno schermo da 6,59 pollici Full-HD+ ed è basato sul processore Kirin 810 (abbinato a 8 Gigabyte di RAM e 128 Gigabyte di storage). Sulla parte posteriore ci sono tre fotocamere, con la principale che può contare su un sensore principale da 48 Megapixel. Da un punto di vista estetico, la parte frontale è occupata interamente dal display (grazie alla selfie-cam a scomparsa), con lo spessore che tocca gli 8.8 mm. Arriverà in Europa a partire da fine marzo a 249 euro.

Il secondo smartphone invece, denominato View 30 Pro, è praticamente la versione europea di quel V30 Pro già presentato in Cina. A differenza del primo modello, ha caratteristiche da top di gamma: processore Kirin 990 5G (il medesimo del nuovo Mate Xs) abbinato a 8 Gigabyte di RAM; schermo da 6,57 pollici con risoluzione Full-HD+; 128 0 256 Gigabyte di memoria interna; tripla fotocamera posteriore, con sensore principale da 40 Megapixel; batteria da 4.100 mAh. Sulla parte frontale le due fotocamere sono incastonate direttamente nel display.

Attendiamo conferme su prezzi e disponibilità del View 30 Pro, ma è opportuno fare una precisazione. Questo nuovo smartphone, così come Honor 9X, sono basati sulla versione di Android senza servizi Google. Hanno comunque a disposizione gli HMS (Huawei Mobile Service) con tanto di App Gallery, l’alternativa dell’azienda cinese al Play Store.

Honor MagicBook

Con i portatili MagicBook, Honor di fatto debutta nel mercato internazionale dei notebook. In particolare, l’azienda cinese ha realizzato due versioni, una da 14 pollici e una da 15. Entrambi basati su processori Intel Core di decima generazione, sono caratterizzati da cornici estremamente ridotte, sulla scia di quanto visto con il MateBook X Pro di Huawei. Il modello con lo schermo più piccolo offre un’autonomia massima di 10 ore e supporta la ricarica rapida a 65W. Interessante la possibilità di far rientrare, su entrambi, la webcam nella scocca con un meccanismo pop-up, ponendo dunque una particolare attenzione alla privacy.

Inoltre, proprio per mostrare la superiore durata della batteria del portatile, Honor ha costruito un sistema di ricarica in grado di alimentare un quad elettrico, utilizzando solo cinque unità di MagicBook 14. Nel giro di un’ora, circa 180Wh sono stati trasferiti dai notebook nella quad bike, per consentire al veicolo elettrico di percorrere 5 km di distanza. Vedremo quale sarà l’effettiva autonomia offerta in sede di recensione. In ogni caso, MagicBook 14/15 (versioni da 256 GB di memoria) saranno disponibili nel Regno Unito, in Germania, Francia, Repubblica Ceca e in altri mercati a partire dalla fine di marzo a un prezzo di 599 euro.

Honor Magic EarBuds

Infine, gli auricolari true wireless. Come detto in apertura, si chiamano Magic Earbuds e integrano una tecnologia per la riduzione attiva del rumore, che funziona in abbinata a tre microfoni dedicati. La qualità audio dovrebbe essere garantita dai driver da 10mm, mentre a livello estetico sono caratterizzati dallo standard in-ear. Saranno disponibili da aprile a 129 euro (con ovviamente inclusa la custodia per ricaricarli in mobilità) nelle colorazioni Pearl White e Robin Egg Bue.