Apple

iPadOS, Apple rivoluziona i propri tablet

La sorpresa della WWDC 2019 si chiama iPadOS. Apple ha infatti presentato una particolare versione di iOS, pensata appositamente per i propri tablet. In questo modo sarà finalmente possibile sfruttare meglio il form factor di questi dispositivi, inevitabilmente differenti dagli iPhone, oltre ad avere a disposizione una serie di funzionalità che ne avvicineranno l’esperienza utente a quella dei veri e propri notebook, pur con tutti i limiti rispetto a macOS.

Innanzitutto, la nuova Home. Posizionando l’iPad in orizzontale, sarà possibile utilizzare in maniera più razionale l’ampia diagonale dello schermo: a destra infatti ci saranno le icone delle applicazioni, in basso la solita dock, a sinistra i widget e l’orario, tutto nella stessa schermata. In questo modo non si avrà più la sensazione di avere a che fare con un “iPhone ingigantito”, una criticità che è sempre stata fatta notare all’azienda di Cupertino in relazione ai propri tablet, ma su cui Apple non era mai intervenuta.

È stata fortemente potenziata la funzionalità split-view che, come ricorderete, consente di suddividere in due il display degli iPad al fine di utilizzare contemporaneamente più applicazioni. Con iPadOS tutto si integra perfettamente con il multitasking, e in più durante la conferenza è stata mostrata questa modalità in azione con servizi di terze parti come Microsoft Word. Un approccio, di fatto, più vicino ai notebook che ai tablet, che poi è evidentemente la mission di Apple con questa particolare versione del proprio sistema operativo mobile.

È stato introdotto un centro avanzato per la gestione dei download ed è stata migliorata l’applicazione per la gestione dei file. Attraverso quest’ultima inoltre sarà finalmente possibile leggere chiavette USB e schede SD e micro-SD senza particolari vincoli. In tal senso, assume un senso compiuto l’introduzione delle porte USB-C nei recenti iPad Pro che, attraverso appositi adattatori, potranno essere utilizzare per sfruttare questa nuova funzionalità.

Apple ha inoltre pensato a tutta una serie di gesture che consentiranno all’utente di editare più facilmente i testi scritti. Anche da questo punto di vista la logica è quella di aumentare la produttività degli iPad che, soprattutto con la gamma Pro, hanno sempre avuto le potenzialità per poter sostituire i notebook in determinate operazioni, salvo essere frenati proprio da iOS. L’introduzione di iPadOS va letta proprio in questa ottica.

Ovviamente, su iPadOS saranno presenti tutte le novità di iOS 13 di cui abbiamo avuto modo di parlare nell’articolo dedicato, inclusa l’attesissima Dark Mode. Attendiamo maggiori dettagli da parte di Apple in merito alle tempistiche di rilascio e ai modelli compatibili.

iPad Pro da 11 pollici è in offerta su Amazon con oltre 50 euro di sconto. Lo trovate a questo link.