Apple

iPhone 6 da 5,7 pollici, iWatch e iPad maxi, sarà tutto vero?

Le indiscrezioni sull'iPhone 6 e i prossimi prodotti Apple iniziano a moltiplicarsi in Rete, e anche se da Cupertino tutto tace, sia i siti tecnici sia gli analisti ormai sono incontenibili. Del resto gli annunci dei prodotti Apple appassionano i consumatori e pesano sulle Borse. L'importante è sapere prima di iniziare a leggere che qualsiasi informazione è da prendere con beneficio d'inventario.

Partiamo con l'iPhone 6: sempre che il nome sia confermato, il sito giapponese Macotakara spiffera che anche a questo giro arriveranno due versioni, ma che per il modello di fascia più bassa sarà messa da parte la plastica a favore di un rivestimento in alluminio spazzolato. Resteranno le varianti di colore. Il top di gamma invece potrebbe diventare una sottiletta con spessore di 7 millimetri e maxi schermo da 5,7 pollici.

Sempre più grande?

Non sono della stessa idea gli esponenti del mondo della finanza. Brian Blair dell'agenzia Wedge Partners esclude la possibilità di un prodotto così grande, e pur accettando l'idea di un aumento delle dimensioni si aspetta un iPhone al massimo da 4,8 pollici. Della stessa idea è Andy Hargreaves di Pacific Crest, secondo cui ci si fermerà ai 4,7 pollici.

Entrambi gli analisti (forse per confortare i loro investitori) prevedono che Apple alzerà i prezzi di acquisto con contratto dai 199 dollari chiesti per l'iPhone 5S a 299 dollari. Secondo Blair lo scarso successo dell'iPhone 5C dimostrerebbe senza ombra di dubbio che i clienti di Apple sono disposti a spendere di più per un prodotto migliore. 

A settembre con i nuovi iPhone potrebbe esordire anche il tanto chiacchierato iWatch, o iBand. I fornitori asiatici sarebbero già in piena attività per la produzione. Avrà un display curvo e sistemi per il monitoraggio delle attività fitness.

Se l'iPhone tiene banco, non sono da meno gli altri prodotti. Gli analisti reputano che arriverà davvero un iPad più grande, con schermo da 12 pollici, che potrebbe essere anche un MacBook Air riveduto e corretto. Ultimo argomento di novità sembra che riguarderà i sistemi di pagamento mobili. Secondo Blair Tim Cook inserirà il Touch ID su tutti i nuovi iPhone e iPad per preparare l'annuncio di una piattaforma di pagamento Apple.

Tutte novità che, sempre se confermate, secondo Blair, costituiranno "un'opportunità" per gli investitori e porteranno le azioni di Apple a un rialzo su base annuale pari al 20 per cento. Secondo voi cosa c'è di credibile in tutto questo?