Apple

iPhone 8: produzione in ritardo, Foxconn cerca personale

La produzione di iPhone 8 sarebbe in ritardo di 1 mese. È quanto emerge da un nuovo report realizzato dal Wall Street Journal, che cita fonti interne a Foxconn, l'azienda incaricata della produzione del nuovo smartphone Apple. L'attesissimo melafonino del decennale è già stato al centro di speculazioni circa eventuali slittamenti della data di commercializzazione, e sembra che ci siano oggi elementi concreti a sostenere questa tesi.

Sembra che alla base di questi ritardi ci siano alcune scelte progettuali operate da Apple che, com'è ormai noto, introdurrà una serie di novità hardware all'interno di iPhone 8. In particolare, la transizione dai pannelli LCD agli OLED pare abbia creato non pochi grattacapi a Foxconn, soprattutto in relazione a una modifica richiesta dall'azienda di Cupertino rispetto ai nuovi display forniti da Samsung.

iPhone 8 ritardi

Negli smartphone dell'azienda sudcoreana infatti, il display e il pannello touch sono integrati, mentre il modulo dello schermo di iPhone  8 avrà la componente touch separata. Questo comporta un processo produttivo con più passaggi e una maggiore quantità di pellicola adesiva rispetto a quanto avviene nei dispositivi Samsung. Ma non è tutto.

Leggi anche: iPhone 8 in ritardo sul mercato, parola di Wall Street

iPhone 8 infatti segnerà anche l'eliminazione dello storico pulsante Home frontale, vista l'adozione del design borderless. Questo ha fatto sorgere il problema su dove collocare il Touch ID, ovvero il sensore per il riconoscimento delle impronte digitali, da sempre integrato da Apple nel tasto fisico. L'azienda di Cupertino ha richiesto diversi tentativi per trovare una soluzione e, secondo il Wall Street Journal, questa componente alla fine non ci sarà.

iPhone 8 ritardi

Dunque, anche una fonte autorevole come il Wall Street Journal è convinta che Apple rinuncerà al Touch ID in iPhone 8. Del resto, non è un mistero che l'azienda di Cupertino abbia lavorato per l'implementazione di un sistema di sblocco attraverso il riconoscimento 3D del volto, che a questo punto potrebbe essere quello utilizzato in via principale sul nuovo smartphone.

In ogni caso, tutto questo quadro pone un importante punto interrogativo circa le tempistiche di disponibilità sul mercato di iPhone 8. Il report sottolinea come Foxconn stia cercando di correre ai ripari, mediante l'assunzione di nuovo personale all'interno dell'impianto di Zhengzhou, in Cina (che già conta 250.000 lavoratori). 

iPhone 8 ritardi

Non solo, ma sembra che Foxconn stia anche riconoscendo dei bonus a tutti gli impiegati che aiutano a portare nuove assunzioni. Tutto per garantire, in tempi brevi, l'arrivo sul mercato di iPhone 8 che però, vista la situazione, non è escluso che possa slittare rispetto alle intenzioni iniziali di Apple.

Leggi anche: iPhone 8, solo 2 milioni di unità disponibili al lancio?

La questione verrà definitivamente chiarita in sede di presentazione. iPhone 8 sarà svelato ufficialmente il 12 settembre, e a quel punto l'azienda di Cupertino comunicherà le date di arrivo sul mercato nei vari Paesi. La possibilità comunque che lo smartphone arrivi in quantità limitate nelle prime settimane sembra essere concreta.


Tom's Consiglia

iPhone SE è lo smartphone pensato da Apple per chi non vuole rinunciare alle prestazioni mantenendo dimensioni compatte, grazie all'adozione di uno schermo da 4 pollici.