Apple

iPhone 9 (o SE 2): la presentazione potrebbe essere stata rimandata

Le conseguenze legate alla diffusione del Covid-19 continuano a persistere: dopo l’annullamento dell’E3 e del MWC 2020, iPhone 9/SE 2 potrebbe arrivare con un ritardo indefinito. Secondo precedenti indiscrezioni, lo smartphone low cost del colosso di Cupertino sarebbe dovuto essere presentato il 31 marzo. La data potrebbe però slittare. Il ritardo potrebbe interessare anche il nuovo iPad Pro

Una possibile notizia non ci sorprende affatto, vista l’attuale situazione. Secondo alcune fonti, Apple si trova davanti ai fornitori che non possono garantire i livelli produttivi consueti e le restrittive misure scelte dalle autorità statunitensi che mirano a limitare la diffusione di questo virus.

Nella Contea di Santa Clara (in California), le autorità hanno vietato l’organizzazione di qualsiasi evento con un alto quantitativo di persone, almeno fino al 31 marzo. Questo non consentirebbe al brand di organizzare una presentazione che richiamerebbe l’attenzione di pubblico e stampa.

Inoltre, a differenza di altri produttori come Realme e Xiaomi, anche la presentazione tramite un evento trasmesso online sarebbe una strada difficilmente praticabile. Le aziende incaricate di produrre i componenti, allo stato attuale, non possono assicurare una produzione adeguata. In sostanza, non sarebbe possibile distribuire i dispositivi stessi. Le aziende cinesi stanno però tornando a una situazione di maggiore tranquillità proprio durante queste ore e il secondo problema potrebbe quindi essere arginato a breve.

Ricordiamo che, per il momento, Apple non ha diffuso nessuna dichiarazione ufficiale riguardo ad iPhone SE 2 (che potrebbe chiamarsi iPhone 9) e non ha neanche annunciato una vera e propria presentazione.

Apple iPhone 11, con 64 GB di memoria interna, è disponibile all’acquisto su Amazon. Lo trovate a questo indirizzo.