Apple

iPhone X, il Face ID continua a far discutere

Il Face ID continua ad essere al centro di discussioni. Nella giornata di ieri, la nota testata Bloomberg ha realizzato un report nel quale si sostiene che Apple avesse ridotto l'accuratezza del riconoscimento facciale al fine di accelerare la produzione di iPhone X. Oggi è arrivata puntualmente la smentita da parte dell'azienda di Cupertino.

Sui possibili ritardi di produzione di iPhone X si continua a speculare ormai da settimane. Secondo KGI Securities, ad esempio, saranno solo 3 milioni le unità del melafonino del decennale spedite entro il 3 novembre, giorno del debutto sul mercato. Ma non è tutto.

iphone x kinect

La società di analisi è infatti convinta che, entro la fine del 2017, saranno vendute 25-30 milioni di unità di iPhone X. Una cifra che sarebbe certamente bassa per gli standard dell'azienda di Cupertino. In tal senso, basti pensare come, lo scorso anno, Apple abbia venduto 78 milioni tra iPhone 7 e 7 Plus nell'ultimo trimestre del 2016.

Leggi anche: Face ID su iPhone X, sarà davvero più efficace del Touch ID?

Molte fonti concordano sul fatto che questi ipotetici ritardi di produzione di iPhone X siano dovuti proprio alla complessità dell'implementazione della True Depth Camera, ovvero tutto l'apparato hardware necessario al funzionamento del Face ID.

face id set up ios 11

In tutto questo si inserisce il lungo report realizzato da Bloomberg. La nota testata cita fonti anonime vicine alla situazione, secondo le quali Apple avrebbe deciso di ridurre gli standard di precisione del Face ID, propro per velocizzare la produzione di iPhone X.

Del resto, la True Depth Camera rappresenta una vera e propria sfida ingegneristica per l'azienda di Cuperitno. Al suo interno infatti, oltre alla classica fotocamera frontale da 7 MP con tutti i vari sensori annessi (prossimità, luminosità, microfono e altoparlante), troviamo tutta la componentistica necessaria per il Face ID, ovvero una camera ad infrarossi, un illuminatore flood e un proiettore di punti. Il tutto in uno spazio davvero risicato, considerando come si tratti di uno smartphone.

Face ID iphone X 0917

In particolare, sarebbe proprio il proiettore di punti la componente maggiormente complessa da integrare. Una tecnologia sulla quale, sempre secondo Bloomberg, Apple sarebbe al lavoro da oltre cinque anni, avendo però sottovalutato i tempi necessari di produzione, creando non pochi grattacapi a LG Innotek e Sharp, le due aziende a cui è stata affidata la realizzazione.

Attraverso queste ragioni, Bloomberg motiva l'indiscrezione secondo la quale Apple avrebbe deciso di diminuire l'accuratezza del Face ID, al fine appunto di agevolarne l'implementazione in iPhone X e poter dunque sostenere l'altissima domanda di mercato prevista.

iphone x face id promo image

Non si è fatta attendere però la smentita ufficiale da parte di Apple, giunta in seguito alla richiesta di chiarimenti da parte della testata Gizmodo. Ecco quanto dichiarato dalla mela:

"La qualità e la precisione del Face ID non sono state cambiate. La probabilità che il dispositivo venga sbloccato da un volto casuale continua ad essere sempre di 1 su 1.000.000. Le affermazioni di Bloomberg, secondo cui Apple avrebbe ridotto la precisione delle specifiche del riconoscimento del volto integrato in iPhone X, sono totalmente false, e ci aspettiamo che Face ID diventi il nuovo gold standard per l'autenticazione facciale".

face id dystopia

Insomma, una presa di posizione netta da parte di Apple. L'azienda di Cupertino ha sottolineato come il Face ID offrirà il livello di accuratezza annunciato durante la presentazione, dunque molto elevato. In ogni caso, non ci resta che attendere l'arrivo sul mercato di iPhone X, così da poter finalmente provare con mano questo riconoscimento facciale.

Leggi anche: iPhone X: benchmark da record, superati anche i MacBook

Come già sottolineato in altri articoli, la scelta di Apple di eliminare il Touch ID rappresenta senza dubbio una scommessa. Il sensore per il riconoscimento delle impronte digitali è infatti diventato di uso comune in ambito smartphone, e dunque l'azienda di Cupertino ha deciso di intervenire su quella che è ormai una pratica quotidiana per gli utenti, ovvero lo sblocco attraverso le dita. 

Face ID iPhone X

Il compito del Face ID sarà dunque quello di provare ad introdurre un nuovo standard per lo sblocco degli smartphone. Una missione senza dubbio complessa, ma che, se portata a buon fine, potrebbe donare ad Apple un nuovo vantaggio strategico rispetto ai diretti concorrenti.


Tom's Consiglia

iPad da 9.7 pollici consente di godere a pieno di iOS e di tutto l'ecosistema messo in piedi da Apple, a prezzi decisamente più contenuti rispetto alla gamma Pro.

Apple AirPods Apple AirPods