Tom's Hardware Italia
Apple

iStick, costosa chiavetta USB-Lightning per iPhone e iPad

iStick è una memoria USB da collegare a prodotti iOS. Intelligente ma molto costosa.

iStick è una nuova soluzione per aumentare la memoria di iPhone e iPad. Si tratta sostanzialmente di un pendrive dotato di connettore Lightning, dove memorizzare film, musica e tutto ciò che si desidera. In abbinamento all'applicazione dedicata si potranno riprodurre i file direttamente sul dispositivo iOS, aggirandone di fatto la memoria limitata.

L'applicazione è compatibile con un gran numero di formati e codec, e iStick ha inoltre anche un normale connettore USB, da usare per collegarlo al PC o al Mac per il trasferimento dati. Questo curioso oggetto è stato presentato su Kickstarter, dove ha già raccolto oltre 750.000 dollari – probabilmente tra i finanziatori ci sono molte persone che se ne vogliono portare a casa uno scontato rispetto al prezzo di vendita.

Vendita che avverrà tramite il negozio online dell'azienda che lo propone, vale a dire la cinese Sanho Corporation. Fondata dal 2002, non è esattamente la tipica startup che si trova su Kickstarter e simili. Il finanziamento da parte del pubblico è servito a "sbloccare" alcune funzioni aggiuntive come la protezione con password integrata, nonché quella con Dropbox e altri storage cloud. Se entro i prossimi 19 giorni si dovesse arrivare a 1 milione di dollari ci saranno anche le API per sviluppatori esterni e un riproduttore di video compatibile con Airplay e con i sottotitoli integrati.

Il risultato la dice lunga sulla voglia di memoria in più che hanno i possessori di iPhone e iPad, peccato che i prezzi siano davvero spropositati. iStick infatti costerà 129, 169, 199 e 299 dollari per le versioni da 8, 16, 32 e 64 GB. Comprensibile quindi che gli interessati cerchino di risparmiare qualcosa finanziando il progetto. Il modello da 128 GB, inoltre, si può avere solo tramite la campagna Kickstarter.

Un iPhone o un iPad con più memoria sarebbe meno costoso in proporzione, ma qualcuno magari ha sbagliato a valutare i propri bisogni in fase di acquisto. Qualcun altro forse si sentirà stretto anche con un iPad da 128 GB (749 euro).

Il prezzo dell'iStick è comunque stratosferico, anche includendo i costi di licenza, di R&D, di marketing, di progettazione. Comunque la si veda il punto di partenza è il classico ed economico pendrive – uno da 64 GB dopotutto si trova a 30 euro o poco più.

Ne vale la pena? Chi scrive ci metterebbe volentieri qualche film per bambini da usare durante i lunghi viaggi in auto, e di certo si potrebbero trovare usi meno gretti – ma pochi varrebbero la spesa. Anche perché con il costo di un iPad e un iStick si compra tranquillamente un tablet Android con una scheda microSD (130 euro circa per 128 GB). E volendo restare nel mondo Apple ci sono alternative meno costose, alcune proposte anche dalla stessa azienda.

In conclusione, iStick è un prodotto ricco di caratteristiche molto interessanti e può di fatto risolvere alcuni problemi concreti. Il suo prezzo è tuttavia troppo alto e lo rende consigliabile solo a un pubblico molto ristretto.