Android

Nokia-Navteq ancora sotto accusa per monopolio

Nokia è stata denunciata all’Unione Europea per concorrenza sleale. Nav4All, che produce software di navigazione gratuiti per smartphone, ha presentato il ricorso (pdf) perché Navteq, controllata da Nokia al 100%, non ha rinnovato la licenza d’uso per le sue mappe.

Nav4All.

L’azienda olandese si trova così costretta a chiudere i battenti, ma è determinata a non gettare la spugna. Come si legge sul sito aperto ad hoc, secondo Nav4All altre aziende subiranno la stessa sorte. È solo questione di tempo, quello necessario a far scadere gli accordi in corso.

Navteq è uno dei due fornitori di mappe per la navigazione GPS. L’altro è TeleAtlas, che è proprietà di TomTom. Il duopolio, di fatto, è un pericolo per la concorrenza, e infatti l’Unione Europea aveva preso in considerazione l’eventualità di un abuso, lo scorso gennaio (pdf).

Nav4All.

L’UE aveva concluso che non c’erano rischi: dato che Navteq vende mappe, non c’erano ragioni per pensare che Nokia avrebbe deciso di fare diversamente, e mettere in difficoltà le altre aziende. Evidentemente si peccava di ottimismo.

All’epoca della prima indagine, d’altra parte, pochi potevano immaginare che Google avrebbe reso disponibile gratuitamente la navigazione (Maps Navigation, Google-bomba sui GPS), e che Nokia ne avrebbe seguito le orme (Nokia Ovi Maps, si naviga gratuitamente, o quasi).

Ovi Maps.

Nav4All offriva software gratuiti per la navigazione su telefoni di altre marche. Bloccando la fornitura di mappe, ed essendo il servizio Google disponibile solo negli Stati Uniti, Nokia diventerebbe l’unica ad offrire, con i suoi Smartphone, un servizio di navigazione gratuita in Europa.