Android

Samsung: ecco la lista dei dispositivi che riceveranno Android Marshmallow agli inizi del 2016

Samsung inizierà a breve a lavorare su Android 6.0 Marshmallow, in modo da portarlo sui suoi dispositivi entro i primi mesi del 2016.

Google infatti ha fatto sapere che la nuova release del proprio sistema operativo mobile, attualmente disponibile al download nella versione Developer Preview 3, sarà rilasciata in versione finale entro la fine del terzo trimestre 2015, vale a dire entro fine settembre.

Ecco l'elenco dei primi dieci dispositivi riportati:

  • Samsung Galaxy Note 5
  • Samsung Galaxy S6 Edge+
  • Samsung Galaxy S6
  • Samsung Galaxy S6 Duos
  • Samsung Galaxy S6 Edge
  • Samsung Galaxy Note 4
  • Samsung Galaxy Note 4 Duos
  • Samsung Galaxy Note Edge
  • Samsung Galaxy Alpha
  • Samsung Galaxy Tab A
samsung android m

Il colosso coreano ha poi rilasciato anche un'infografica su quelle che saranno le novità introdotte dall'update. Tra le più importanti troviamo i permessi per le app, Track Memory, Accesso veloce tramite impronta digitale, Auto Backup e funzioni di risparmio energetico.

Con Android 6.0 Marshmallow infatti sarà possibile decidere per ciascuna app a quali dati come posizione, immagini, contatti e altro ancora possa accedere, in modo da avere un controllo granulare sulla propria privacy.

Track Memory invece è una nuova tab della gestione memoria, che mostrerà quali app occupano più RAM, quanta ne occupano esattamente e quanto spesso sono utilizzate. Con l'accesso rapido tramite impronta digitale invece sarà possibile effettuare l'accesso non solo al dispositivo ma anche al Google Play Store senza necessità di digitare la password.

Android M inoltre effettuerà finalmente il backup automatico delle app su Google Drive, così da non perdere dati e impostazioni, un aspetto molto importante, soprattutto per quanto riguarda i giochi ma non solo. Infine l'ultima versione dell'OS del robottino verde capirà quando non stiamo utilizzando lo smartphone da diverso tempo e attiverà un'impostazione di risparmio energetico che limiterà i processi in background, limitando così il consumo di batteria.