Tom's Hardware Italia
Smartwatch

Smartwatch Acer compare dal nulla: nessuno ne sa niente

Nel corso della presentazione di New York il nuovo CEO di Acer ha preannunciato l'arrivo di uno smartwatch.

Tablet, combinati, notebook e desktop all-in-one. All'evento newyorkese di Acer c'era di tutto, ma dopo il keynote del CEO Jason Chen è stato il grande assente a guadagnarsi le luci della ribalta. Parliamo dello smartwatch, una sorpresa anche per tutto l'entourage Acer che era presente. Chen infatti ha spoilerato che fra luglio e agosto arriverà uno smartwatch – chiamato Liquid Leap. Probabilmente l'annuncio ufficiale arriverà al Computex ma non importa.

Non c'è neanche un modello demo, tranne l'unico al polso di un top manager che l'ha sfoderato a tradimento durante la presentazione. Una cosetta anonima spessa a quanto pare 17 millimetri. Tanto basta perché gli ospiti internazionali non parlino d'altro, per la disperazione delle PR che vedono sfumare l'hype sullo Switch 10. Un bel tablet per carità, ma di certo non una cosa che nessuno aveva mai visto prima.

Lo smartwatch Acer

Off the records, chiediamo ai top manager di saperne di più. Frastornati confessano che anche loro non ne sapevano nulla, è stata una sorpresa per tutti. Ecco quando si dice "effetto wow". Acer – aveva detto Chen nel keynote – ascolta gli utenti e risponde con smartphone e smartwatch. La risposta sono i tablet economici, i combinati, e uno smartwatch, a braccetto con i nuovi smartphone visti di sfuggita in una slide. Acer scende in campo negli indossabili: ecco la vera notizia da New York.

Massimo D'Angelo, Regional Manager Southern Europe di cui vedrete a breve la video intervista, da manager che conosce il mestiere la prende alla larga con il cloud, l'Internet delle cose per concludere col fatto che l'indossabile è il futuro e che "se la mobility è l'elemento più importante, un prodotto indossabile è quanto di più mobile e quanto di più facilmente trasportabile tu possa fare".  Vero. 

Mette anche le mani avanti sul fatto che è un mercato acerbo e quindi sulle funzioni: "nei prossimi 6-12 mesi vedremo tante tipologie di prodotti che per alcuni versi forse saranno all'inizio presi come gadget, alcuni avranno vita magari qualche mese poi scompariranno, altri si affermeranno e magari riusciranno a raccogliere attorno a sé sviluppatori e specifiche applicazioni che daranno spessore a determinate tipologie di indossabili". Detto in sintesi, nessuno sa quale prodotto avrà successo e tanto meno Acer, che però si butta nella mischia, per non perdere il treno rispetto a quei concorrenti che gli hanno già bagnato il naso con smartphone e tablet, come Samsung e Apple per citare due esempi.

Visto che Acer ascolta gli utenti, voi cosa vorreste che faccia uno smartwatch per farvi correre a comprarlo?