Tom's Hardware Italia
Android

TikTok sfida Spotify e YouTube: in arrivo il proprio servizio di streaming musicale

La società cinese ByteDance, proprietaria della famosa app TikTok, si prepara a sfidare YouTube sviluppando il proprio servizio di musica a pagamento che arriverà in autunno in alcuni mercati emergenti.

La notizia arriva da Bloomberg. La società cinese ByteDance, proprietaria della famosa app TikTok che si è aggiudicata la prima posizione su Play Store nel primo trimestre dell’anno, sta sviluppando il proprio servizio di musica a pagamento. La novità è prevista inizialmente per i mercati emergenti dove farà concorrenza ai grandi del settore come Spotify, YouTube e Apple Music.

Secondo alcune fonti vicine all’azienda, la nuova app arriverà già in autunno in alcuni mercati selezionati dove i servizi musicali a pagamento non hanno ancora preso piede. Infatti, pare che la compagnia abbia già ottenuto i diritti di T-Series e Times Music, due grandi etichette discografiche indiane. L’obiettivo è quello di sfruttare il successo di TikTok e convertire gli utenti dell’app video in clienti paganti.

Il servizio di streaming musicale includerà un catalogo di brani disponibili su richiesta e non sarà un clone dei servizi già esistenti come Spotify e simili. Inoltre, questo permetterà a ByteDance di ridurre la propria dipendenza dagli annunci pubblicitari dai quali oggi riesce a monetizzare e a sostenete il progetto TikTok.

Si tratta comunque di una sfida in quanto i servizi streaming a pagamento – che rappresentano la principale fonte di guadagno per il mondo discografico – restano un fenomeno occidentale. Solo il 10% degli utenti mondiali provengono da Asia, Medio oriente e Africa. Nel continente asiatico, i servizi di musica più popolari sono YouTube e QQ Music di Tencent. È proprio con quest’ultima che il servizio di ByteDance si sfiderà aumentando ancora di più competizione tra le due aziende che in patria è già abbastanza agguerrita. Come detto in apertura, però, il servizio non riguarderà il nostro continente almeno inizialmente ma non è detto che non possa arrivare in futuro.

Il nuovo Google Pixel 3a è disponibile sullo store ufficiale. Lo trovate a questo link.