Android

Xiaomi Mi Mix 2S è ufficiale, subito al top per DXOMark

Xiaomi ha alzato il sipario sul Mi Mix 2S. Dopo settimane di indiscrezioni, il nuovo smartphone top di gamma dell'azienda cinese è stato presentato ufficialmente. Il design, almeno sulla parte frontale, è praticamente identico a quello del predecessore, con cornici estremamente ridotte. Sul retro invece troviamo una dual-camera disposta in verticale, già incoronata dal noto portale DXOMark come una delle migliori del settore.

La scheda tecnica è in linea con quanto emerso fino a oggi. Il Mi Mix 2S è infatti basato sul SoC Snapdragon 845 accoppiato a 6/8 GB di RAM e a 64/128/256 GB di storage. Una piattaforma hardware chiamata a muovere un display da 5,99 pollici Full HD+, realizzato con tecnologia IPS LCD e caratterizzato da un rapporto di forma in 18:9.

xiaomi mi mix 2s 8

Completa la connettività: Bluetooth 5.0, NFC, Wi-Fi ac Dual-Band, GPS GLONASS, e c'è anche il supporto alla banda 20. Tutto è alimentato da una batteria integrata da 3.400 mAh, che supporta sia la ricarica rapida sia quella wireless (in questo caso, standard Qi a 7.5 W). La parte software è affidata ad Android Oreo, ovviamente personalizzato con l'interfaccia MIUI.

Leggi anche: Xiaomi Mi Mix 2s utilizzerà uno Snapdragon 845 ottimizzato?

Come detto in apertura però, Xiaomi sembra essersi concentrata in maniera particolare sulle performance fotografiche, probabilmente l'ultimo gap rimasto con i diretti concorrenti. Il Mi Mix 2S può infatti contare su una dual-camera posteriore, con sensore principale da 12 MP (Sony IMX363, pixel con dimensioni di 1.4 micron) e obiettivo f/1.8, accoppiato a un secondo sensore sempre da 12 MP, questa volta però con obiettivo f/2.4. 

xiaomi mi mix 2s 6

La dual-camera supporta la tecnologia di messa a fuoco Dual-Pixel, è coadiuvata da un sistema di stabilizzazione ottica dell'immagine su 4 assi, può contare su uno zoom ottico 2X, senza dimenticare ovviamente il flash LED Dual-Tone. Tutte caratteristiche che dovrebbero consentire al Mi Mix 2S di godere di prestazioni fotografiche di fascia alta.

Il noto portale DXOMark ha infatti assegnato al comparto fotografico del nuovo smartphone Xiaomi il punteggio di 97. Si è dunque posizionato al terzo posto di questa particolare classifica, a pari merito con iPhone X e Mate 10 Pro, alle spalle di Google Pixel 2 e Galaxy S9+

xiaomi mi mix 2s 1

Scendendo nel dettaglio, i 97 punti del Mi Mix 2S sono frutto degli 88 punti assegnati alla parte video, e dei 101 punti totalizzati da quella delle fotografie. In questo secondo ambito, lo smartphone Xiaomi, secondo DXOMark, è secondo solo al Galaxy S9+, mettendosi alle spalle Mate 10 Pro e Google Pixel 2, a pari merito con iPhone X. Insomma, le premesse sembrano davvero buone.

Grande attenzione alla qualità costruttiva. La scocca è realizzata in ceramica e alluminio serie 7.000, materiali che hanno consentito di ridurre ulteriormente le cornici (dimensioni pari a 150,9 x 74,9 x 8,1 mm, peso di 191 grammi). Mancano le certificazioni di impermeabilità, mentre sono due le colorazioni disponibili, White e Black, con quest'ultima dotata di inserti in oro 18 carati (come già visto sulle precedenti generazioni di Mi Mix).

xiaomi mi mix 2s 7

Infine, capitolo prezzo e disponibilità. Si parte da 3.299 Yuan (420 euro circa) per la variante da 6 GB di RAM e 64 GB di storage, che diventano 3.599 Yuan (460 euro circa) per quella da 6/128 GB, fino ad arrivare ai 3.999 Yuan (510 euro circa) per la versione top da 8 GB di RAM e 256 GB di memoria interna.

Leggi anche: Recensione Xiaomi Mi Mix 2, il borderless della maturità

Non ci sono notizie circa le cifre che saranno richieste per l'Europa, oltre che per la data di disponibilità sul mercato. Il fatto che il Mi Mix 2S sia compatibile con 43 bande LTE (inclusa la banda 20), suggerisce come Xiaomi sia intenzionata a commercializzarlo anche nel Vecchio Continente, Italia inclusa. Vi terremo aggiornati non appena ci saranno notizie da parte dell'azienda cinese.


Tom's Consiglia

Siete alla ricerca di uno smartphone con ottime prestazioni, prezzo contenuto e aggiornamenti software garantiti nel tempo? Xiaomi Mi A1, basato su Android One, può essere la scelta giusta.